Brochure di design: una vera arte

creative-brochure-designs-05-600x376Nel corso di eventi, convegni e fiere è facile che si esca dai vari stand pieni di brochure e materiale pubblicitario di ogni tipo, così tanto che quasi si ha la sensazione che l’uso di tali materiali sia così inflazionato da essere quasi inefficace.

In realtà non è proprio così. Nonostante l’abbondanza la giusta brochure può fare la differenza ancora oggi come ieri; rispetto al passato però l’accesso a tali materiali pubblicitari è divenuto certamente più accessibile anche grazie all’avvento del web e delle offerte che qui è possibile trovare come ad esempio dimostrano i noti pieghevoli realizzati e stampati online da 4graph.it , famosi per la totale personalizzazione a costi contenuti.

Ma come dovrebbe essere la brochure ideale? Gli esperti di comunicazione e marketing hanno le idee piuttosto chiare in materia ed hanno definito all’uopo una strategia in 4 fasi corrispondenti ad altrettante 4 aree o particolari tipici di una brochure. Per ulteriori approfondimenti è possibile leggere questo articolo che spiega i 10 step fondamentali per una brochure di successo.

Si comincia ovviamente dalla copertina che deve necessariamente essere disegnata da un grafico professionista; ci si potrebbe anche affidare al proprio estro con Photoshop o Power Point ma in tal modo il rischio di creare qualcosa di banale così è dietro l’angolo.

In secondo luogo bisogna definire il messaggio principale della brochure. Messaggio che deve rispondere a queste domande: cosa offriamo? Quali sono i punti di forza della nostra offerta? Perché un cliente dovrebbe preferire noi e non un nostro competitor?

È bene sapere che l’efficacia di una brochure si consuma al 90% in questo secondo punto che quindi va programmato con estrema attenzione.

Il terzo punto, corrispondente ad altrettanta “area” o “zona” della nostra brochure dovrebbe raccontare chi siamo, magari andando citare casi di successo della propria esperienza lavorativa; meglio se questi casi, nell’occasione, vengono virtualmente raccontati da nostri precedenti clienti.

Infine come quarto ed ultimo punto, si può scegliere di chiudere la nostra brochure con una nota autobiografica, nostra personale o della nostra azienda, corredata ovviamente da tutti i recapiti del caso che serviranno al potenziale e si spera futuro cliente per ricontattarci.

VN:D [1.9.11_1134]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Brochure di design: una vera arte, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Invia il tuo commento

Devi effettuare il login per commentare.

banner-strategia

VN:D [1.9.11_1134]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Brochure di design: una vera arte, 5.0 out of 5 based on 1 rating


Design Me © 2018 All Rights Reserved

Created by Red-made