xnxxpornoxnxxxhamsterpornopornoteen pornohd pornogerman pornohd pornoredtubexvideosbeegxhamster

Lecce, una città che mira al design universale pubblico

Puglia_Lecce1_tango7174

 

 

La capitale del Salento non è nuova nei progetti ‘smart’!
Laddove per ‘smart’ non si intende solo ‘intelligente’ ma, nel senso più moderno del termine, progetti legati alla tecnologia a vantaggio di tutti, all’utilizzo dei dispositivi elettronici e connessi a internet (cellulari, tablet e computer) per far rete e condividere informazioni in campo turistico nonché sul piano delle imprese e della partecipazione attiva alla vita civica.

Non a caso, la parola “smart city” torna spesso negli eventi promossi dal comune e in particolare dal suo Assessorato all’innovazione tecnologica, politiche comunitarie, politiche giovanili, politiche per il lavoro e formazione professionale, presieduto da un under 35, Alessandro Delli Noci. 

In una cooperazione tra questo assessorato, l’Assessorato ai lavori Pubblici (presieduto da Gaetano Messuti) e l’Associazione di promozione sociale Movidabilia, vincitrice del bando regionale Principi Attivi 2012, nasce l’idea del primo Smart Hackathon – La città accessibiLE, un progetto di mappatura dal basso della Lecce turistica accessibile, parzialmente accessibile o inaccessibile.

Andiamo per ordine: Smart hackathon, che cosa vuol dire?

Un Hackathon è una maratona di hacker (quindi esperti informatici) che si incontrano per uno o più giorni per uno scopo da raggiungere.
Lo Smart Hackathon di Lecce è sì una maratona informatica, ma alla quale possono partecipare tutte le persone in possesso di uno smartphone o un tablet o un pc portatile. Non servono lauree in ingegneria informatica, serve solo un minimo di dimestichezza con le App.

Il fine ultimo è la mappatura, attraverso l’utilizzo di App intuitive e gratuite, delle aree accessibili e dei punti critici di sei aree centrali della città di Lecce.

IMG_9507

© OpenStreetMap

 

L’Hackathon di Lecce (o Smart hackathon) si terrà il 29 e 30 aprile presso le Officine Cantelmo (in pieno centro a Lecce) e prevede prima di tutto una fase di vera e propria formazione attiva e partecipata sull’utilizzo di Open Street Map e Wheelmap, sul concetto di mappatura dal basso, sulle open source e una fase operativa in cui i cittadini e cittadine di tutte le età mapperanno la città.

Entrambe le sessioni saranno seguite da Movidabilia nella persona di Maria Pia de Santis e dell’Avv. Ilaria Pinnella e soprattutto dalla guida di tecnici esperti, menti note in Italia nel campo di Open data, Web Marketing e OSM e mappatura dal basso, nello specifico Francesco Piero Paolicelli, Federico Cortese, Salvatore Maletesta e Claudio Mastropaolo

Quali saranno i risultati? 

I risultati saranno molteplici e dipanati su più piani.
Sul piano pratico ci sarà una prima mappatura della Lecce Turistica accessibile e mappatura dei punti critici nelle zone più importanti per il turismo locale e snodi fondamentali per il commercio.
In secondo luogo, ci saranno dei cittadini in grado di continuare a mappare autonomamente tutte le aree della propria città, del proprio paese e di qualunque altra area del mondo.
Non da ultimo, ci saranno le linee guida affinché il comune e le istituzioni possano agire in direzione dell’abbattimento delle barriere architettoniche e della creazione o perfezionamento dei principi di design universale delle zone di pubblico interesse e utilizzo.

10993948_966099353407810_6739215000037052588_n

 

Molte e molti avranno notato che le date del 29 e 30 aprile ricorrono nel dibattito di queste settimane. Non è un caso, dal momento che il 29 e 30 aprile si celebrano i primi 30 anni di Internet in Italia.
Lo Smart Hackathon – La città AccessibiLE si colloca nelle rete di eventi dell’Italian Internet Day diffusi su tutto il territorio nazionale.

Per ricordare che Internet non è solo svago, come non lo sono gli smartphone. Questo trentennio verrà ricordato nei libri di storia come l’inizio di una rivoluzione dell’informazione e dell’azione civica, del modo di vivere e dell’immaginario del nostro paese.
La mappatura dal basso è una parte della rivoluzione.

 

 

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Invia il tuo commento

Devi effettuare il login per commentare.

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)


Design Me © 2016 All Rights Reserved

Created by Red-made