xnxxpornoxnxxxhamsterpornopornoteen pornohd pornogerman pornohd pornoredtubexvideosbeegxhamster

Igomenico in mostra al Potafiori di Milano: la star del Blue Note Rosalba Piccinni ospita “La fragilità della pietra; tufo, polvere e carbone”.

igomenico mostra arte potafiori milano rosalba piccinni

 

Dopo aver deliziato pubblico e critica con la sua bipersonale Metropolitan Vibe all’Up Art and Design Gallery di Naples (Florida), l’artista emergente Igomenico (a.k.a. Antonino Gallo), palermitano, classe ’85, torna a Milano per la sua nuova personale, questa volta ospite della stella del Blue Note Rosalba Piccinni, conosciuta come la “Cantafiorista” per il suo grande amore per le piante e per l’arte. Proprio nella cornice floreale del suo locale-boutique, il Potafiori, dal 21 settembre 2016 al 18 gennaio 2017 Igomenico esporrà le sue ultime creazioni, nuova meta di un cammino artistico esponenziale, percorso all’insegna della costante ricerca di nuove forme espressive, ma con uno stile sempre più maturo e codificato.

igomenico mostra arte potafiori milano rosalba piccinni

Tutte le opere di Antonino vertono infatti su una fruizione, una rilettura e una finale trasfigurazione della realtà che ci circonda; la metabolizzazione del vissuto comincia con il disegno libero di figure spinose e chiaroscurali, caricate di espressività, estrapolate dal fumetto, dai cartoni animati e dalla fotografia regnanti in quegli anni ’80-’90 di cui Igomenico è figlio. Le linee delle sue figure di evidente ispirazione burtoniana vengono poi circondati e vivacizzati sulla tela da grandi campiture di colore, scelti ad hoc in base alle forme e ai loro equilibri, con contrasti dettati dal riemergere della memoria inconscia e del legame dell’artista con la sua terra, la Sicilia: si scontrano così il mare e la montagna negli stacchi dissonanti tra azzurro e marrone, si accostano nei loro colori complementari, verde e arancio, le olive e i mandarini. Tutto in una composizione che guarda a Basquiat, ma senza rabbia esplosiva, con la decisione delle sfumature futuristiche di Boccioni e l’eleganza cubista del Picasso più tardo, quello dei satiri e delle sirene (e ancora ritorna, inconscia, la Magna Grecia). Il passato si riconnette poi al presente attraverso le parole: lettere, numeri, parole spezzate, trafiletti e ritagli di giornale vengono applicati con il collage, quasi nascosti o mimetizzati; squarci di realtà inascoltate simbolo di un progressivo ammutolimento della nostra società, in bilico tra l’appiattimento delle parole e l’abuso del loro significato ad opera di pubblicitari, giornalisti, opinionisti, talk-show, reality-show, urlatori, strilloni che alimentando lo strumento del web prosciugano lo strumento essenziale dell’essere umano: la parola.

“La fragilità della pietra; tufo, polvere e carbone”

igomenico mostra arte potafiori milano rosalba piccinni

Se nelle numerose mostre collettive e personali che Antonino ha allestito negli anni si è potuto vedere il suo passaggio dal disegno libero al collage, alla tela di grande formato, alla scultura con cui le le sue figure prendono vita proiettandosi nello spazio tridimensionale, per la cornice floreale del Potafiori Igomenico ha deciso di sperimentare un nuovo supporto artistico: il bassorilievo. Questo però non è trattato nella sua ottica tradizionale, ma viene anch’esso riletto, rimaneggiato, tentandone un superamento. Combinato con gli elementi strutturali dell’altorilievo, non è più una scultura in cui la figura è ottenuta per sottrazione di materia ma, attraverso un attento studio del peso e della struttura lignea, la materia viene aggiunta ottenendo figure solide e concrete, incastonate nei contrasti tridimensionali del loro sfondo e sostenute da supporti filiformi che le mantengono sospese a mezz’aria; leggerissime nonostante la pesante miscela di intonaco, polvere di marmo e stucco ricoperta di colore acrilico alla base della loro creazione e in grado di renderle dure come la pietra (da qui i titoli delle opere, spesso ripresi dalla memoria dell’artista nel dialetto palermitano: ciaca, pietra molto dura; balatone, mattone di pietra, primo strumento di costruzione utilizzato).

igomenico mostra arte potafiori milano rosalba piccinni

Questi quadri tridimensionali si integreranno con le diverse varietà di fiori, piante, radici e rampicanti che riempiono il privèe del Potafiori. Riproduzioni ingrandite dei loro dettagli, invece, saranno esposte nei diversi angoli del locale ricreando quella realtà spezzettata e ricomposta nei suoi diversi istanti che fuoriesce in forme e colori, lasciando abbracciare la sua dura pietra dal glicine e dall’edera in un giardino ideale immerso in un costante equilibrio tra arte e natura, tra immaginario e reale.

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Invia il tuo commento

Devi effettuare il login per commentare.

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)


Design Me © 2016 All Rights Reserved

Created by Red-made