xnxxpornoxnxxxhamsterpornopornoteen pornohd pornogerman pornohd pornoredtubexvideosbeegxhamster

Visite guidate: scoprire San Maurizio Maggiore a Milano

Tra le visite guidate a Milano proposte da MiGuidi da non perdere è quella alla chiesa di San Maurizio Maggiore, definita come la cappella sistina lombarda

 

miguidi_sdm_2

 

Chi ci entra, magari per caso, rimane sempre a bocca aperta. Perché è impossibile immaginare lo spettacolo dietro quell’anonima facciata di corso Magenta.

All’esterno, San Maurizio al Monastero Maggiore sembra una chiesa qualunque. Appena varcata la soglia, ci si rende conto che è uno dei tesori più belli di Milano. 

Dopo un lavoro di restauro durato ben 30 anni, Milano ha finalmente ritrovato questa Chiesa, vero e proprio gioiello considerato la “Cappella Sistina” ambrosiana per via dei circa 4mila metri di affreschi che decorano le sue superfici interne fino alla volta.

miguidi_sdm_3Mi Guidi, affermata realtà nel panorama culturale milanese che negli anni ha saputo distinguersi perché in grado di offrire all’utente la possibilità di conoscere Milano da punti di vista differenti, vi propone una visita guidata a Milano alla scoperta di questo luogo incantevole e sacro.

Del monastero, di fondazione antichissima, che è stato parzialmente demolito nella seconda metà dell’Ottocento e che ha subito distruzioni durante la seconda guerra mondiale, rimangono oggi la chiesa di S. Maurizio e il chiostro d’ingresso, parte integrante del civico Museo Archeologico.

La chiesa, costruita probabilmente su un progetto di Gian Giacomo Dolcebuono nella seconda metà del XVI secolo, fu completata alla fine dell’Ottocento. L’edificio, testimone organico della pittura lombarda del XVI secolo, è composto di tre parti: una grande aula inclusa nell’area di clausura delle monache, una di minori dimensioni, destinata ai fedeli e una cripta, ora inglobata nel percorso di visita del Museo Archeologico.

Fin dall’età carolingia, la chiesa ospitava le monache dell’ordine benedettino, destinazione che si rende evidente nell’originale disposizione degli spazi interni. Si tratta infatti di una pianta rettangolare suddivisa a metà da un muro affrescato: una metà aveva uso pubblico ed era frequentata dai normali fedeli, mentre l’altra era accessibile soltanto per le monache che non erano autorizzate ad oltrepassarne i confini.

Straordinaria espressione della pittura rinascimentale lombarda è il ciclo di affreschi che riveste interamente le pareti dei due ambienti. Quelli del tramezzo tra le due aule sono di Bernardino Luini e raffigurano, tra gli altri, le Ss. Cecilia e Orsola, il Martirio di S Maurizio, S. Sigismondo offre a S. Maurizio il modello della chiesa.

L’aula delle monache è occupata al centro da un coro ligneo degli inizi del Cinquecento e, sulla parete di sinistra, da un grande e raro organo, commissionato nel 1554 dalle suore a Gian Giacomo Antegnati.

Sulla facciata interna si possono inoltre ammirare il Ritorno del figliol prodigo e il Cristo che caccia i mercanti dal tempio di Simone Peterzano, maestro del giovanissimo Caravaggio.

Interessante è la netta distinzione dei soggetti tra le due parti della chiesa: nel lato pubblico sono raffigurati personaggi e scene religiose; nel lato delle monache, invece, prevalgono vedute di paesaggi lombardi e immaginari e un Diluvio Universale con Arca di Noé e un bestiario ricco e fantastico, con improbabili giraffe, scimmie e unicorni.

I particolari da scoprire in questo tesoro Milanese sono quasi infiniti – si starebbe ore a cercarli, tra il cielo stellato sotto il coro e la dolorosa Deposizione sopra una porticina d’ingresso.

VN:D [1.9.11_1134]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Visite guidate: scoprire San Maurizio Maggiore a Milano, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Invia il tuo commento

Devi effettuare il login per commentare.

VN:D [1.9.11_1134]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Visite guidate: scoprire San Maurizio Maggiore a Milano, 5.0 out of 5 based on 1 rating


Design Me © 2016 All Rights Reserved

Created by Red-made