xnxxpornoxnxxxhamsterpornopornoteen pornohd pornogerman pornohd pornoredtubexvideosbeegxhamster

Modacontromoda² o tutti contro tutti?

Ci siamo intrufolati per voi a “So critical so fashion”, il primo evento in Italia dedicato alla scoperta (o riscoperta) di tutto ciò che costituisce un’alternativa al diktat del marketing e del consumismo imperante nel panorama della moda.

Una tre giorni non stop che, all’interno dell’area polifunzionale dei “Frigoriferi Milanesi”, ha dato la possibilità a numerosi giovani stilisti di esporre le loro creazioni sartoriali, tutte ispirate alla ricerca della tradizione che sposa l’originalità, e che strizza l’occhio all’ambiente e alla produzione green.

Ma questa volta non ci siamo accontentati di documentare: siamo stati invitati da Caterina e Paola dell’ufficio stampa Misuraca&Sammarro a partecipare come relatori all’incontro ”Modacontromoda²”, un workshop all’interno del quale alcuni stilisti emergenti hanno presentato i loro progetti e raccontato un po’ di loro, delle loro difficoltà, dei loro sogni, delle loro speranze…

Però! Mi ricordano qualcuno…

E quindi, prima o dopo, quel momento doveva arrivare.

Il debutto: la prima volta per me a parlare in pubblico, ad affrontare gli sguardi e le orecchie di una sala intera…

Io, sola, con le mie idee.

Il tema del dibattito era quanto mai semplice: si trattava solo di dare ai giovani artisti dei consigli, dei suggerimenti, per aiutarli a emergere nel dorato mondo della moda e dello showbiz.

Niente di più facile, no?

Al mio fianco, oltre alle due simpatiche anfitrioni, erano presenti Angelica Ciardella, giornalista e blogger di Girlpower e Fashion Android, Tamara Nocco, creatrice di I Love Shopping, Valentina Martin, titolare di Spazio Asti17 e Andrea Gandiglio, direttore del portale www.greenews.info.

In prima fila, le quattro realtà emergenti.

FemPaglia, brand delle tre sorelle Paglia, Margherita, Francesca e Giulia, che lavora a un progetto di moda e accessori puntando sull’artigianalità e sull’idea che “bello” ed “etico” non sono concetti lontani, ma possono incontrarsi felicemente.

Ligneah, realtà che si pone tra le novità di quest’anno, con i suoi manufatti realizzati in… legno! O meglio, con sottilissimi fogli di legname, dall’effetto finale del tutto paragonabile a una morbida pelle naturale, realizzata però con materie prime completamente vegetali e quindi sostenibili.

Secrets des filles, con i suoi modelli caratterizzati da un design vintage e forme e volumi innovativi, tutti cuciti a mano, con una combinazione di contrasti che porta a qualcosa d’inusuale, ma al contempo chic.

Lorena Giuffrida, con i suoi gioielli ecocompatibili e ispirati dalla nobile pratica del riciclo: camere d’aria cucite e assemblate con altri materiali che rinascono a nuova vita.

Progetti diversi tra loro, ma tutti ugualmente validi e interessanti. Tutte realtà che, tuttavia, rischierebbero di restare lettera morta se prive di un adeguato sostegno a livello di diffusione e di promozione.

Ed è stato proprio questo il mood dominante del dibattito: quale altro consiglio dare a chi vorrebbe emergere, se non quello di puntare sul “farsi conoscere”?

Io lo so fin troppo bene…

Ma non è così facile come dirlo… Occorre stare all’erta, e navigare a vista in un mare – quello del marketing – infestato da squali e solcato da pirati…

Da soli, difficilmente si riesce a impensierire, anche lontanamente, le grandi firme che la fanno da padrone sul mercato…

Occorre affidarsi a qualcuno che sia un esperto della comunicazione, e percorrere tutte le strade possibili, comprese quelle alternative, per mostrare al mondo che “ci siamo anche noi”, che forse i nostri prodotti così validi, ma così poco conosciuti, possono ambire a essere esposti nelle vetrine o sugli scaffali accanto alle marche più conosciute…

Le strade “alternative”: inevitabile ormai essere presenti sul web, non differibile avere un proprio sito, più o meno curato da un più o meno efficiente e strutturato ufficio stampa, non si può prescindere dai social – e non uno, tutti –, sembra fondamentale curare un proprio blog, non si può prescindere dal partecipare a fiere, eventi, concorsi, non si sopravvive senza uno straccio di pubblicità.

Tutto molto bello, tutto molto giusto.

Ma anche, tutto molto costoso.

Sembrerebbe, dunque, che, senza un discreto capitale iniziale, sia da accantonare ben presto la sola idea di mettersi in gioco, di fare impresa… In una parola, di provarci.

E allora, consigli?

Non abbiate paura, e investite.

È il solo modo per partire più o meno alla pari: cominciamo ad essere tutti allineati ai nastri di partenza, poi ce la giochiamo…

In bocca al lupo, ragazze: che la gara abbia inizio!

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Invia il tuo commento

Devi effettuare il login per commentare.

banner-strategia

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)


Design Me © 2017 All Rights Reserved

Created by Red-made