#UWeb Barcamp Reggio Calabria: cronaca di un incontro tra giovani rivoluzionari del Sud

Ph Claudia Toscano  

Ph Claudia Toscano

Un convivio di giovani innovatori e creativi nel cuore del Mediterraneo. Un incontro amichevole di menti, idee, progetti, sogni al centro di Reggio Calabria. Per ribadire che la Calabria, il Sud, non sta soccombendo sotto i colpi della crisi, che le capacità e la voglia di riscatto dei nostri giovani ci salverà.

È questo il leitmotiv del Barcamp tenutosi venerdì 30 novembre proprio nella città dello Stretto, nell’ambito di un più ampio progetto di promozione del web e della cultura dell’innovazione in rete dal nome ‘U Web – strumento di cambiamento sociale, ideato e organizzato dall’associazione LiberaReggio LAB con il patrocinio dell’assessorato alla cultura e legalità della Provincia di Reggio Calabria e dalla Confindustria reggina.

Il nome stesso “U web”, con la sua duplice interpretazione (la U sta per l’inglese “You” ma anche come traduzione dialettale dell’articolo “Il”) denota il forte carattere locale dell’iniziativa che si proietta però verso il mondo globale.

L’appuntamento è al Mela gusto, noto locale del centro storico reggino sempre assai disponibile a ospitare incontri e appuntamenti per i giovani.

Tra barcamper emozionati e curiosi ci siamo anche noi di Design Me.

L’atmosfera è di quelle stimolanti. C’è grande convivialità, curiosità, calore. Già nei minuti di attesa ci si scambiano pareri e consigli, si respira un’aria decisamente positiva. Ci presentiamo, sotto lo sguardo ammaliante di una sensuale Eva Kant raffigurata su una parete, agli altri ragazzi e scopriamo con enorme piacere l’entusiasmo di tanti nel conoscerci, essendo nostri affezionati lettori.

Ancora qualche minuto di chiacchiere e strette di mano e ci accomodiamo sui divanetti all’interno del locale. Apre le danze e rompe il ghiaccio Letizia Cuzzola di LiberaReggio LAB che presenta la sua associazione che da anni si adopera per la promozione sociale e culturale sul territorio e lancia l’ultimo dei tanti progetti ideati: Sud Altrove. Scorrono al proiettore le immagini del trailer di questo documentario, finanziato dall’Unione Europea tramite l’Agenzia Nazionale per i Giovani all’interno del programma Youth in Action, che vuole sviscerare a 360° il fenomeno dell’emigrazione dei giovani calabresi. Colpiscono molto le voci dei reggini stessi che in sostanza affermano che restare si può, ma tornare si deve e collaborare al grande processo di cambiamento della Calabria.

Parte l’avvicendamento dei giovani imprenditori e progettisti del web, e capiamo subito che si tratta di un’irripetibile occasione di confronto e crescita. Il sistema è spietato: cinque minuti cronometrati per ciascun progetto, il che mette a dura prova la capacità di sintesi di tutti!

Tocca per primo a Francesco Biacca che ci presenta il suo “Scialamundi”, vero e proprio network di promozione culturale e turistica della terra di Calabria. Ideato dai calabresi per i calabresi e per chiunque voglia scoprire la magia di questo meraviglioso lembo d’Italia dal sapore antico.

Il progetto successivo, “Architetti emergenti”, esposto da Giuseppe Rudi, ci svela sin da subito un fondamentale punto di contatto con Design me: si tratta difatti di un portale che si fa vera e propria vetrina per promuovere capacità creative e lavorative dei giovani architetti.

Le ormai compagne quotidiane di tutti noi, le app, non potevano mancare a un BarCamp che si rispetti. E così la parola passa a Sergio Conti che ci illustra abilmente il suo “5-W”, applicazione mobile per l’informazione diffusa e partecipata fondata sulla celeberrima regola delle cinque W del giornalismo anglosassone.

E arriva anche il turno dell’informazione più piacevolmente frivola con “Citynow.it”, presentato dal suo Direttore responsabile, Davide Nucera, con l’ausilio di un efficace e divertentissimo video. Citynow.it è un sito d’informazione e comunicazione multimediale su eventi, cultura e divertimento nella città di Reggio Calabria e in pochissimo tempo ha già ottenuto uno straordinario successo.

Così come Il Dispaccio.it, quotidiano online che il suo giovane direttore Claudio Cordova definisce “senza padroni e senza padrini” e che racconta anche la difficile esperienza di essere giornalisti in Calabria, a Reggio Calabria.

Già, perché indagare e interrogarsi su determinate faccende non è semplice, a queste latitudini.  Ed è proprio l’obiettivo che si pone “Stop ‘ndrangheta”, il progetto presentato da Cristina Riso che, attraverso la realizzazione di un archivio multimediale e multipiattaforma sulla criminalità organizzata in Calabria, vuole formare una coscienza collettiva anti-mafia attraverso la conoscenza, per combattere consapevolmente il fenomeno ‘ndranghetistico.

Parte dalla terra, ma questa volta in senso stretto, l’intento di Roberto Cananzi, in arte il Bak, che promuove la cultura locale sul suo blog e mette a disposizione un suo terreno, ribattezzato “House of Bak”, per incontri, eventi ludici, artistici e tanto altro.

Chiude il cerchio degli interventi Alessio Neri con “Asterisk”: editore nativo digitale specializzato nel racconto dei territori e nelle pubblicazioni di sostegno alle associazioni no profit. Asterisk edizioni vuole raccontare il mondo attraversando media, luoghi e culture, il tutto con prodotti editoriali di qualità.

Ah, già! E poi c’eravamo anche noi, con il nostro concetto di democrazia della creatività, con la nostra piattaforma virtuale che consente di farsi conoscere, di creare sinergie, di stabilire un punto di contatto tra professionisti e aziende, con il nostro e-commerce immediato e amichevole, con la nostra agenda fitta di eventi, con i nostri 88 mila visitatori…

E naturalmente non sono mancate le domande, le curiosità e anche qualche critica, naturalmente costruttiva, ai nove progettisti che hanno innescato talvolta anche accesi dibattiti. Il tutto in pieno stile Barcamp, ovviamente!

Conclusi gli interventi, tra cui annoverare anche quello del prof. Domenico Nicolò, promotore del network per start-up del mediterraneo Calabria Dinamica, c’è spazio per un ricco aperitivo. Davanti a un buon bicchiere di Aperol o un cocktail commenti, complimenti e osservazioni vengono più che naturali e davvero la serata vorresti non finisse mai. Invece si rientra a casa.

Chi a Reggio Calabria; chi, come noi, un po’ più lontano. Ma con la consapevolezza di esser stato parte integrante di un grande, piccolo tentativo di rivoluzione culturale: la determinazione di una manciata di giovani meridionali di belle speranze, ma che rappresentano una ben più ampia collettività, che ogni giorno sfidano se stessi e il proprio contesto per fare impresa, creare opportunità e attuare davvero, grazie alla rete e alle proprie capacità, quel cambiamento sociale tanto atteso e necessario.

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 5.0/5 (4 votes cast)

#UWeb Barcamp Reggio Calabria: cronaca di un incontro tra giovani rivoluzionari del Sud, 5.0 out of 5 based on 4 ratings

4 total comments on this postInvia il tuo
  1. RIngraziamento d’obbligo a voi e a noi tutti… :)
    Io sono quello che impietosamente rompeva con la campanellina

  2. E’ stato un incontro davvero spettacolare e unico per la città di Reggio. Una novità che è stata apprezzata da molti giovani che si rimboccano le maniche. Design me è stata parte di tutto questo sia prima che durante.

    Un piccolo (ma grande passo) verso una rivoluzione culturale territoriale che non possiamo più aspettare. Dobbiamo farla da soli, in prima persona.

    Design me ci ha messo il suo zampino di originalità e creatività ed è di questo che la città ha bisogno!

    grazie del supporto, grazie della partecipazione e grazie per le splendide parole usate per raccontare il primo vero barcamp della storia di Reggio Calabria :D

  3. Grazie a voi per lo splendido pomeriggio che ci, mi avete donato! Sento di aver catturato qualcosa daciascuno di voi che mi ha fatto crescere! E’ stato uno di quei momenti in cui percepisci di far parte, tuttosommato, di una bella generazione che ha tanta voglia di fare, di conoscere, di donarsi e donare qualcosa di positivo al mondo! Siete l’orgoglio e la rivincita di questa terra, non demordete mai!

  4. Grazie a tutti (organizzatori e partecipanti) per la bellissima esperienza del Barcamp! E’ stata davvero una bella serata, passata insieme con serenità!
    Complimenti ai Barcamper per le idee presentate…giovani ed innovative! C’è aria di cambiamento…e riprendendo le parole di Alessio…avanti tutta verso una rivoluzione culturale territoriale!

Invia il tuo commento

Devi effettuare il login per commentare.

banner-strategia

VN:F [1.9.11_1134]
Rating: 5.0/5 (4 votes cast)

#UWeb Barcamp Reggio Calabria: cronaca di un incontro tra giovani rivoluzionari del Sud, 5.0 out of 5 based on 4 ratings


Design Me © 2018 All Rights Reserved

Created by Red-made