• SEZIONI

A soli 3 km dal centro abitato di Latiano ed e 5 km da Mesagne, ma sotto l’amministrazione di Mesagne, si trova il parco archeologico di Muro Tenente, un insediamento fortificato di 50 ettari di cultura messapica.

Negli anni ‘60, la Soprintendenza Archeologica ha indagato il luogo e portato alla scoperta di una grande varietà di strutture archeologiche databili fra il IV ed il III secolo a. C. Dal 1992 gli studi sono stati approfonditi da un gruppo di archeologi della Libera Università di Amsterdam guidata dal Prof. Jean Gert Burgers, che hanno definito l’evoluzione dell’insediamento in un periodo compreso fra l’età preistorica e l’età romana.

Si è verificato e stabilito, in particolare, che la zona interna alla fortificazione risultava abitata già nel neolitico, con una presenza molto marcata durante l’età del ferro (X-VII secolo a.C.); risale invece all’età ellenistica (IV-III sec. a.C.) una seconda cinta muraria che racchiude uno spazio di 50 ettari.

Il nucleo originario e centrale, più antico, aveva un’estensione più ridotta (9 ettari) e progressivamente si è esteso fino alla dimensione in cui è stato ritrovato il circuito murario.

Lungo le fortificazioni sono stati rinvenuti proiettili in pietra per catapulte e punte di lance e di frecce. Si sta cercando di capire se possano essere di uno degli eserciti che si ipotizza abbiano ingaggiato la battaglia di Muro Tenente ai tempi di Annibale.

Presumibilmente sono databili tra la fine del III e gli inizi del II sec. a.C. le testimonianze di un assedio contestuale alla Seconda guerra Punica, che per diversi anni vide la Puglia e, in particolare il Salento, teatro delle guerre fra Romani e Cartaginesi.

Dopo la Seconda Guerra Punica il luogo comincia a perdere i connotati di un insediamento urbano fino a scomparire in età tardo-imperiale.

Seguite la fanpage per saperne di più e per scoprire tutte le date da vivere presso il Parco dei Messapi.

Instagram @visitmesagnecuordisalento

www.murotenente.org

Leave a Comment

Iscriviti alla newsletter