xnxxpornoxnxxxhamsterpornopornoteen pornohd pornogerman pornohd pornoredtubexvideosbeegxhamster

Voci della rotaia

Schermata 2015-02-05 alle 20.51.35

I tram delle linee due e quattro passano sotto le mie finestre circa centoventi volte al giorno.

Per linea, per ciascun senso di marcia.

Ciò sta a significare che, in un normale giorno feriale, in condizioni standard di traffico e di temperatura, Niguarda e piazza Castello da un lato, piazza Bausan e Porta Genova dall’altro, sono collegate dall’efficiente azienda municipale dei trasporti per cinquecento volte al dì, grosso modo.

Devo ammettere che il frequente sferragliare non mi procura eccessivo fastidio, anzi: la voce della rotaia mi riporta alla mente ricordi lontani, ma mai del tutto sopiti.

Di treni locali che sbuffavano sonnacchiosi e lenti lungo la linea jonica, ammirati con finta distrazione da un bambino sotto un ombrellone di qualche spiaggia deserta, in una qualunque torrida estate calabra.

Di notti insonni in una cuccetta a sei posti, su un espresso che di Freccia del Sud aveva soltanto il nome e la provenienza, e non già la velocità, con le gambe di quello stesso bambino oramai troppo lunghe per lo spazio messo a disposizione dalle Ferrovie dello Stato, e la schiena che fungeva da navigatore satellitare ante litteram, avvisandoti con i sussulti delle vertebre che il convoglio transitava sugli scambi di Torre Annunziata.

Di una camera da letto ogni notte troppo vicina allo scalo di Milano Smistamento, con i suoi carri container provenienti chissà da dove e gli autisti in sosta sul piazzale a fumare silenziosamente, in rassegnata attesa, e a sognare un carico sempre più pesante e una strada sempre più lunga…

Cos’è rimasto di tutto questo?

Probabilmente, ogni cosa.

Manco soltanto io.

Se mi affaccio verso la strada, la fermata dei suddetti tram, automobili in coda, un bar tabacchi cinese, un supermarket cinese, una pescheria cinese, un’estetista cinese e due puttane al semaforo. Cinesi.

Se volgo il guardo dall’altra parte, verso est, il campanile di Santa Maria alla Fontana e le luci dell’Isola sembrano offrirmi una sorta di consolazione mista alla speranza che, da qualche parte, c’è ancora un mondo immutabile nella sua semplicità, perfino a Milano.

Ma devo stare bene attento a non guardare giù nel cortile: i sacchi della raccolta differenziata sono lì ad osservarmi col loro cipiglio severo, pronti a ricordarmi che le regole ci sono, anche se sono cambiate, anche se certe volte ti sembrano superflue, e vanno rispettate.

Pena la multa a tutto il condominio.

E questo mi fa pensare che il mozzicone che tengo tra pollice e indice va gettato nel secco, non nell’umido, benché il filtro sia ancora leggermente bagnato della mia saliva…

Compio il mio dovere di cittadino modello, e, non capendo, mi adeguo.

Anche la neve, che fuori città ha già attecchito che è una bellezza, sulle strade della metropoli si rifiuta di posarsi, quasi avesse timore a macchiare (futuro, fottuto fango!) le ariose vie e i luccicanti piazzali della capitale economica del Paese, quasi timorosa di risultare d’impiccio ai tacchi alti delle modelle di Porta Nuova…

E così si fa acqua, un istante prima di toccare il suolo, un attimo prima che il miracolo si compia.

Si scioglie in pianto, si muta in lacrime che picchiano sull’asfalto al ricordo di una città e di vite che sembrano non esistere più, se non dopo la ferrovia, lontano, oltre il terrapieno, di là della massicciata, dove ancora il rumore delle rotaie picchia in testa e nell’anima, ti tiene sveglio, ti fa bestemmiare, però, in fondo in fondo, ti strappa un sorriso…

Ma dalla via Farini, un familiare stridio di freni, un lampo dai cavi della linea aerea: è un altro Sirietto che se ne va, allegro e spensierato, verso una periferia che ancora vive e resiste…

Lo guardo, lo ascolto, sorrido.

Forse, non tutto è perduto.

VN:D [1.9.11_1134]
Rating: 4.5/5 (2 votes cast)

Voci della rotaia, 4.5 out of 5 based on 2 ratings

Invia il tuo commento

Devi effettuare il login per commentare.

VN:D [1.9.11_1134]
Rating: 4.5/5 (2 votes cast)

Voci della rotaia, 4.5 out of 5 based on 2 ratings


Design Me © 2016 All Rights Reserved

Created by Red-made