• SEZIONI
Orient-christopher-bollen
Un giallo che vi catturerà, pagina dopo pagina, senza lasciarvi andare, che descrive con estrema accuratezza paesaggio, personaggi e contesti.
I temi trattati sono quelli della società americana di oggi: ricchezza, gentrification, arte, omosessualità, matrimonio, divorzio, tutela ambientale, avidità.
Siamo a Orient, sulla punta del North Fork di Long Island, sul braccio di mare che separa l’isola dal Connecticut.
In questo paradiso marittimo abitato dalle stesse famiglie da generazioni, arriva Mills, un «drifter», un vagabondo, ex tossicodipendente, ex bambino abbandonato newyorkese.
Viene accolto da subito con molta diffidenza, tanto che dopo il suo arrivo, uno per volta, si cominciano a rinvenire numerosi cadaveri.
Episodi di violenza mai visti prima nella tranquilla cittadina.
Mills, con l’aiuto di Beth, decide di indagare parallelamente alla polizia, per capire chi e che cosa c’è dietro il mistero di questi corpi, in una corsa contro il tempo prima che la piccola cittadina finisca per distruggerlo.
Christopher Bollen gioca sapientemente sulle numerose implicazioni della parola «Orient»: l’est americano, l’esotico, ma anche l’orientamento nello spazio e nel tempo, l’orientamento sessuale, il disorientamento delle percezioni mentali.
Orient è uno straordinario page turner, un thriller letterario e un ritratto provocatorio del lato oscuro del sogno americano: una comunità idilliaca dove nessuno è al sicuro.

Leave a Comment