fbpx
  • SEZIONI
campeggio

L’estate sta finendo ma le occasioni per mangiare all’aria aperta sono ancora moltissime: ecco le regole d’oro per usare il barbecue a carbonella da veri chef!

campeggioIn Italia amiamo organizzare grigliate con amici e parenti e l’estate è la stagione perfetta per pranzare o cenare all’aria parte, in montagna, al mare o nel comfort del proprio giardino. Se negli USA vincono i barbecue elettrici tecnologici, nel Bel Paese si continua a preferire il tradizionale barbecue a carbonella, in grado di conferire un gusto unico e squisito agli alimenti a cui gli italiani sembrano essere davvero affezionati.

Esistono però delle regole d’oro che è importante seguire per assicurarsi un risultato da veri chef: non le conoscete? Eccole qui!

 

  1. Qualità prima di tutto: può sembrare una banalità ma spesso si pensa che la carne che si sceglie per le grigliate non sia poi così determinante per ottenere un buon risultato. L’errore sta proprio nel pensare che questo tipo di cottura “copra” il sapore della carne, quando in realtà lo esalta: optate sempre per tagli di alta qualità e vedrete come cambierà il risultato!
  2. Legna o carbonella?: la regola vorrebbe vincente la legna, ma spesso per accorciare i tempi di preparazione si tende a optare per la carbonella; la soluzione migliore è fare un mix di entrambe: preferite vite, faggio e ciliegio invece di pini e abeti, i quali rilasciano sostanze tossiche quando bruciati a causa della resina; aggiungendo un po’ di carbonella faciliterete il processo, ma tenete sempre in considerazione che prima di poter utilizzare effettivamente la vostra griglia sarà necessaria almeno un’ora perché si trasformi in brace.
  3. L’importanza della marinatura: tanti saltano questo passaggio, ma marinare la carne è uno step essenziale per esaltare il sapore e la morbidezza della vostra carne, altrimenti rischierete di seccarla e asciugarla eccessivamente. Mischiate in una ciotola olio, sale, pepe e spezie secondo il vostro gusto e la vostra fantasia e con un pennello da cucina spennellate la carne prima di appoggiarla sulla griglia per esaltarla al meglio.
  4. Cottura e riposo: una regola fondamentale è quella di non usare mai un forchettone per girare la carne, perché causereste la fuoriuscita dei succhi che la rendono morbida e succulenta. Inoltre non servite mai la carne appena tolta dal barbecue, ma lasciatela riposare avvolta in un foglio d’alluminio per 5 minuti per far si che si rilassi e ammorbidisca in maniera uniforme.
  5. Condimenti e salse: molte persone preferiscono gustarsi la carne al naturale ma salse, intingoli e condimenti possono esaltarne il gusto e dare un twist in più anche al taglio più tradizionale. Oltre a ketchup e maionese provate senape di Digione, salsa barbecue o la salsa Worcester per un tocco interessante e unico.

Leave a Comment