fbpx
  • SEZIONI
Stone Academy 2014 a

Stone Academy 2014 aStone Academy è l’associazione che collega università, professioni e istituzioni impegnate nelle attività di formazione, ricerca e divulgazione accademica e professionale dell’architettura con l’uso della pietra.

Con l’edizione 2014 della Biennale di Architettura di Venezia diretta da Rem Koolhaas la Stone Academy viene riconosciuta come struttura accreditata alla sezione “Biennale Session”. Il tema scelto dal curatore della Biennale – “Fundamentals” – indica la necessità di indagare un progetto di architettura attuale partendo dalle sue origini: un tema in forte convergenza con i temi proposti dalla Stone Academy che promuove la ricerca del progetto attraverso l’uso della pietra intesa come materia “fondativa” dell’architettura.

Sono numerosi gli appuntamenti in calendario dedicati a workshop, visite e seminari nelle sedi della Biennale, che ha inaugurato la collaborazione con la Stone Academy con il seminario dal titolo “Internal & External – Stone design for living” che si è svolto il 19 e 20 giugno. Ad oggi si contano oltre 20 tra istituti e strutture universitarie aderenti e da quest’anno sono in programma nuove attività in collaborazione con la scuola di Architettura di Lubiana.

In questi anni Marmomacc ha svolto un ruolo attivo e determinante nella promozione e divulgazione di quanto le università stanno facendo in didattica, ricerca e sperimentazioni dell’architettura litica, sempre più presente sul panorama nazionale e internazionale.

Durante l’edizione di Marmomacc 2014 i referenti delle università si incontreranno per l’annuale riunione con l’obiettivo di determinare le linee guida per il 2015 di questo settore dell’insegnamento dell’architettura oggi divenuto di largo interesse e attualità.

Nel corso di Marmomacc saranno inoltre ospitate le seguenti mostre di ricerca e didattica: – Workshop Stone Academy 2014 – Puglia, Territori di Pietra (pad. 1) – I prodotti dei corsi delle università aderenti al programma Stone Academy (tra pad. 11-12)

Grazie all’impegno di Marmomacc, inoltre, il Master internazionale in “Architettura e Costruzione-Progettazione contemporanea con la pietra” del Politecnico di Milano giungerà quest’anno alla sua settima edizione, consolidando la sua sede operativa sul territorio veronese presso il Centro congressi Arena della Fiera di Verona.

Grazie all’impegno della Stone Academy, infine, i workshop (organizzati durante Marmomacc) e i Master in Progettazione contemporanea con la pietra dedicati al recupero delle cave, alla progettazione degli edifici ed agli interni urbani, sono valutati come corsi di aggiornamento professionale con il riconoscimento dei CFP dal CNAPP.

La storia La Stone Academy nasce nel 2005 con la costruzione del primo corso al mondo in progettazione contemporanea con la pietra, promosso da Marmomacc e attivato dal Politecnico di Milano sede di Mantova. Nell’arco di sei anni il numero delle università che, stimolate da Marmomacc, ha attivato nuovi corsi e ricerche è andato aumentando, presentando un’estrema eterogeneità di specializzazioni differenti.

Va definendosi nel 2011 la necessità di rappresentare sotto un unico nome, Stone Academy, quanto si svolgeva sotto la definizione “didattica e formazione” per costituire e rappresentare a pieno l’ampia rete di università, docenti, ricercatori, studiosi e interessati dell’architettura con l’uso della pietra. L’obiettivo di far crescere e non perdere il patrimonio di corsi, ricerche, relazioni fin qui costruito ha portato a dicembre 2012 alla formalizzazione della Stone Academy a.p.s..

Gli obiettivi e le finalità dell’Associazione sono quelli di collegare università, professioni, istituzioni; attuare politiche di ricerca di alto profilo; sedimentare e insegnare una cultura internazionale della pietra in architettura; divulgare la ricerca e l’innovazione con l’uso della pietra; promuovere un approccio multidisciplinare dell’architettura di pietra.

Per far sì che la pietra venga nuovamente considerata materiale principe dell’architettura, la Stone Academy, con il contributo di tutti i partner universitari, supporta coloro che richiedono collaborazione nei processi normativi relativi ai materiali lapidei; assiste le istituzioni nel controllo e nella valutazione della qualità dei prodotti litici da usare in edilizia ed architettura; coopera con il sistema educativo nazionale e internazionale nella formazione a tutti i livelli fino a partire dalle scuole superiori (licei artistici e istituti tecnici per geometri); funge da riferimento culturale; valorizza l’eccellenza del progetto di architettura.

La missione di Stone Academy è esplicitata attraverso dieci punti:

  1. 1. Collegare università, professioni, istituzioni e aziende: promuovere la progettazione architettonica (edilizia, design e arredamenti) in pietra, i suoi concetti guida, le sue innovazioni e le sue sfide, nei confronti dei soggetti istituzionali (ministeri, regioni, enti pubblici, enti locali, istituti di ricerca), nonché nei confronti di enti, aziende e associazioni private.
  2. 2. Attuare politiche della ricerca e della didattica: sostenere la cultura della ricerca nella progettazione dell’architettura in pietra nel mondo, attraverso la creazione di un ampio network di docenti e ricercatori, offrendo risorse informative per la formazione e la qualifica di tecnici, ricercatori e docenti, oltre che incoraggiando l’esplorazione di aree emergenti dell’innovazione in architettura, anche promuovendo studi di carattere teorico e applicativo con l’uso dei materiali lapidei e i loro annessi.
  3. 3. Sedimentare la cultura dell’internazionalizzazione: collaborare alla ricerca internazionale negli ambiti interessati e correlati alle tecnologie dell’architettura e all’innovazione nell’architettura, attraverso incontri per lo scambio di idee, rigorosi processi di valutazione dei contributi scientifici e coltivando i collegamenti con organizzazioni e istituzioni operanti a livello internazionale.
  4. 4. Divulgare la ricerca come scelta strategica: divulgare la ricerca del progetto di architettura con l’uso della pietra, nelle sue varie forme e manifestazioni, attraverso conferenze, seminari, convegni, forum di discussione, riunioni e pubblicazioni di alto tenore scientifico, collegandosi e integrandosi con discipline complementari e affini, al fine di dare alla divulgazione una dimensione strategica.
  5. 5. Promuovere un approccio multi e transdisciplinare della progettazione dell’architettura di pietra: promuovere le competenze dei propri membri (accademici, istituzionali, professionali, industriali) nell’ambito di ricerche, iniziative e attività pubbliche e private, privilegiando la convergenza degli apporti e delle visioni multidisciplinari e interpretate dai diversi attori del processo edilizio.
  6. 6. Contribuire ai processi normativi: promuovere e contribuire alla identificazione, sviluppo, rafforzamento, implementazione di norme e regolamentazioni tecniche di carattere internazionale, nazionale, regionale e locale a vantaggio delle istituzioni che le governano al fine di elevare il processo qualitativo dell’architettura attraverso l’uso del materiale lapideo.
  7. 7. Assistere le istituzioni nel controllo e nella valutazione: incoraggiare lo sviluppo e l’adozione di metodi di analisi, controllo e valutazione, per agevolare l’implementazione dei processi di innovazione nell’architettura, nell’ambito di iniziative pubbliche e private.
  8. 8. Cooperare nella formazione: collaborare con il sistema educativo nazionale al fine di far progredire la formazione nelle aree della progettazione architettonica degli interni, del design, del restauro, della storia oltre che delle tecnologie lapidee e dell’innovazione nell’architettura, indagandone le componenti e le metodologie interdisciplinari.
  9. 9. Fungere da riferimento culturale: raccogliere e archiviare conoscenze scientifiche e informazioni tecniche; fungere da riferimento nazionale e luogo di raccolta, scambio delle informazioni, dei concetti, delle idee e dei servizi di ogni tipo, che possono ritenersi utili per la comunità scientifica.
  10. 10. Valorizzare l’eccellenza: coltivare sviluppo scientifico, qualità professionale, attività pubblicistica attraverso gli strumenti della comunicazione, mediante premi, borse di studio, corsi di perfezionamento e una varietà di altre attività per conseguire gli obiettivi dell’Associazione di valorizzazione dell’eccellenza nell’architettura di pietra.

Leave a Comment