• SEZIONI
Images of Tribe Variant by Peilian Ye

Il settore del design, si sa, è in continua espansione: tantissimi professionisti in tutto il mondo contribuiscono a lanciare stili e proporre innovazioni, favorendo l’occupazione di artigiani e figure altamente specializzate e promuovendo lo sviluppo più generale dei loro paesi d’origine o d’adozione.

Tuttavia, non sempre è facile intercettare il pubblico o il mondo imprenditoriale interessato ai nostri prodotti, proprio a causa della grande concorrenza internazionale e della dispersività dei canali di comunicazione.

È in questo caso che si rivela un’interessante opportunità partecipare a un concorso di fama mondiale come l’A’ Design Award & Competition che permette un’ampia visibilità, sia su riviste di settore, che sui media generalisti di tutto il globo, aumentando a dismisura la possibilità di essere adocchiati da potenziali clienti o sostenitori.

Il nostro suggerimento quindi è quello di non lasciarsi sfuggire quest’occasione e di registrare i propri lavori sulla pagina del concorso dedicata.

Gli ambiti del design per chi fosse interessato a concorrere sono davvero tanti: Design di abbigliamento, Architettura, Interior Design, Homeware Design, Packaging Design e Graphic Design. Queste, infatti, sono solo alcune delle numerose categorie ammesse.

E tu, per quale vuoi partecipare?

Vogliamo ricordarvi, ancora una volta, due dei punti forte di questo incredibile contest.

La giuria

È un grande privilegio per un professionista del design essere valutato dal team di esperti di livello internazionale che costituisce la giuria dell’A’ Design: varia di anno in anno nella composizione per assicurare sempre un ricambio delle nomine ed è formata da imprenditori, giornalisti, docenti e artisti che, dopo aver aderito ad un codice deontologico, esprimono pareri in maniera imparziale, e seguendo procedure rigorose, sulle opere in gara.

Più che una spietata competizione, tuttavia, la partecipazione all’A’ Design Award & Competition assume sempre le sembianze di un percorso di crescita professionale. È vero, infatti che i membri della giuria svolgono, in primo luogo, il ruolo di consulenti poiché seguono i partecipanti, fin da una fase di pre-iscrizione, per dar loro feed-back costruttivi sulle possibilità di ulteriore sviluppo dei loro progetti, suggerendogli miglioramenti che ne favoriscano il successo.

Il premio

Aggiudicarsi il premio poi comporta una serie di vantaggi esclusivi, tra cui: il certificato di eccellenza del design internazionale in metallo, l’invito alla serata di gala in Italia durante la quale avviene la premiazione, l’esposizione online e offline dei progetti premiati, la pubblicazione dell’annuario con i vincitori, il trofeo-premio speciale in metallo stampato 3d, la traduzione del proprio progetto in più di 20 lingue, un’intervista esclusiva, la licenza per usare “A ‘Design Award Winner Logo” nelle proprie comunicazioni, la promozione del lavoro su migliaia di altre pubblicazioni e l’apparizione sui media tramite i numerosissimi partner di stampa del concorso.

Puoi fare davvero qualcosa per il tuo successo professionale, non esitare, trova tutte le informazioni di cui hai bisogno qui e iscriviti seguendo questo link.
Il 15 Aprile scopriremo insieme tutti i nuovi vincitori, tra i quali potresti esserci anche tu!

Nel frattempo vi dedichiamo la nostra consueta rassegna sui progetti che hanno avuto i maggiori riconoscimenti nella scorsa edizione.

Floral Pavilion Permanent Pavilion by Daydreamers Design

Il padiglione, realizzato per un festival delle arti, riprende i disegni tipici della cultura islamica e realizza un interessante gioco di proiezioni attraverso i suoi intarsi, di giorno per mezzo della luce solare e di sera con il sistema di illuminazione a LED.

Zhao Hua Xi Shi Living Museum by Iapa

Il resort di lusso situato ai piedi della Grande Muraglia Cinese: evoca la preziosità della tradizione culturale ma non rinuncia a reinterpretarla in chiave moderna. Ospita mostre e spazi per le diverse esigenze e mantiene un dialogo forte con la natura nella quale si immerge.

The Mirrored Sight Shelter Viewing House, Tea House by Li Hao – One Take Architects

Un rifugio che è un’opera d’arte. Costruito per una piccola comunità tradizionale cinese, fa riflettere sulla potenza delle radici culturali di un popolo che ha vissuto per molto tempo in isolamento, ma sempre sapientemente in contatto con la natura circostante.

Demokratos School Hall by Galina Milkova and Nedko Nikolov

La scuola si rinnova e include al suo interno una sala che ispira e promuove pratiche democratiche. L’elemento circolare ripreso in più punti educa naturalmente i bambini al confronto, alla partecipazione e all’uguaglianza.

The Artistic Center Interior Design by Sarah Yan

Il centro artistico si rivela uno spazio curato e accogliente: facendo dialogare insieme il gusto classico e quello moderno attraverso un gioco di sottili equilibri e realizzato con sapienza architettonica, si dimostra adatto ad ospitare la cultura nelle sue molteplici varietà.

Show Cafe Retail/Coffee shop by Li Chia-Ying, Wang Wei-Lun-W and Li

L’adozione di un colore forte e puro su gran parte degli spazi, esalta l’eleganza dei dettagli classici in questa caffetteria. Il risultato è un ambiente di gran classe.

The Desk From Old to Green Coworking Space by Cocoon Architecture Ltd.

Un recupero sapiente di ciò che è la storia di un luogo, per conferirgli carattere ma non per impedire al nuovo di farsi spazio: questa l’idea alla base della ristrutturazione che ha mutato un vecchio edificio di Hong Kong in un coworking space, riabilitandone ed esaltandone proprio gli angoli più in disuso.

The Experience Floor NH Brussels Bloom Multifunctional Space by Virserius Studio

L’hotel che racchiude spazi accoglienti e multifunzionali, si rifà alla grande tradizione del fumetto e del cartone animato del Belgio. Ne risulta un ambiente ricco di dettagli divertenti che ispira giocosità.

Renaissance Armchair by Zaria Ishkildina

La poltrona nata dall’assemblaggio di tubi d’acciaio è quanto mai moderna: essa, tuttavia, richiama nella forma le antiche sedute romane. Un mix capace di sedurre.

Quebra-Pedra 3D puzzle by Priscila Busato

Il gioco non è mai stato così divertente. Con questo puzzle 3D, realizzato in cartone, il bambino è libero di dar vita a tutti i tipi di costruzione che vuole. Libero sfogo alla fantasia e all’ingegno, quindi, grazie alle “pietre” che, prese singolarmente, hanno forme casuali ma che messe in un certo verso possono anche comporsi tra loro.

Handmade warmth Brochure by Alexander Kirzhbaum and Tatyana Farba

La brochure, che vuole far conoscere la fondazione di sostegno all’infanzia, fa poesia dalle storie di vita più ingarbugliate: i disegni, realizzati con filo intrecciato ispirandosi a motivi della tradizione russa, rappresentano proprio questo, ovvero, la trama poetica che c’è dietro ogni vita e la preziosità dell’infanzia che va tutelata.

Calendar 2018 “Puzzle” Calendar by Katsumi Tamura

Il calendario ha un forte elemento interattivo perché è composto da pezzi di cartone di varia forma che si possono ri-assemblare a piacimento tutte le volte che lo si desidera. Aggiunge un tocco divertente e leggero anche sul luogo di lavoro.

Tutu lighting Product by Hiroki Takada

Di grande effetto scenico il lampadario che si ispira nella forma al tutù della ballerina. E’ realizzato con tubi di carta che ricordano i petali della dalia, tenuti insieme da un elegante filo rosso.

The Drop bag Bag by Elena Malakhova

Sfiziosa la borsetta in pelle colorata: è di forma rotonda fuori e quadrata all’interno, il che le conferisce più robustezza e permette una migliore disposizione degli oggetti. Semplice ma esclusiva al tempo stesso.

Images of Tribe Variant by Peilian Ye

Grande ricercatezza per la collazione di abiti che sembrano vere e proprie opere d’arte. Non è un caso che la stilista si sia ispirata proprio al movimento artistico del cubismo e abbia cercato una sintesi con l’arte tribale africana. Ed è sorprendente come l’abbia trovata in queste creazioni caratterizzate da forti contrasti cromatici e forme innovative.

Leave a Comment

Iscriviti alla newsletter