fbpx
  • SEZIONI
Google Campus

Spettacolari e innovativi i progetti vincitori nelle categorie “Interior Space, Retail and Exhibition” e “Architecture, Building and Structure” del premio “A’ Design Award”, in attesa dell’edizione 2014/2015 del concorso (maggiori informazioni su http://www.whatisadesignaward.com).

Google CampusSi parte dal gigante di internet, Google. Il colosso statunitense ha affidato alla società Camenzind Evolution la realizzazione degli interni del nuovo Google Campus di Dublino.

Google CampusGli architetti hanno dovuto trovare una soluzione intelligente per creare uno spazio interattivo e stimolante all’interno dei quattro edifici che costituiscono il Campus, quasi una città nella città.

Oltre agli spazi di lavoro, il progetto ha richiesto anche l’organizzazione di una moltitudine di funzioni aggiuntive, come ad esempio cinque ristoranti, 42 micro cucine e gli hub di comunicazione, sale giochi, centro fitness, piscina, aree wellness, sale conferenze, oltre 400 sale riunioni formali e informali ecc.

Il tutto, al fine di creare un clima di lavoro che è un vero e proprio testamento alla cultura e valori unici di Google: una netta separazione tra le tradizionali aree dii lavoro e aree destinate alla comunicazione tra i dipendenti, garantendo  loro la privacy e una varietà di spazi spettacolari per la collaborazione e la condivisione di idee.

Stazione ferroviaria Randen di Arashiyama Dall’Irlanda al Giappone, con la stazione ferroviaria Randen di Arashiyama realizzata da GLAMOROUS co., ltd. Un lungo sentiero in mezzo a una foresta di bambù conferisce al viaggiatore in procinto di partire verso città lontane un senso di pace e rilassatezza, parzialmente compensato dal ritmo e dal dinamismo dell’agile struttura realizzata secondo i dettami dell’arte giapponese.

Stazione ferroviaria Randen di Arashiyama

Stazione ferroviaria Randen di Arashiyama I pali sono rivestiti con un panno che riprende le tinte di un kimono Yusen dipinto a mano e di notte prendono vita con delle luci a LED. La gente ha imparato ad amare questo splendido scenario: nelle ore serali, la zona della stazione si anima magicamente, e rinsalda l’intera comunità.

Kuwait City, Rashed Alfoudari e Dawood AlbaderParticolare attività sportiva, diversa dalle classiche ma di certo non meno impegnativa, è quella che si praticherà nel nuovissimo “Yoga Center” di Kuwait City, disegnato da Rashed Alfoudari e da Dawood Albader.

Kuwait City, Rashed Alfoudari e Dawood AlbaderIl Centro Yoga segue un unico tipo di yoga, conosciuto come Bikram. Questo approccio ha influenzato la scelta dei colori, che spaziano dalle calde tonalità della terra e della sabbia, e dei materiali, coi pavimenti in marmo turco, la pietra calcarea, il legno strutturato scuro per le pareti.

The Ring House, MZ ArchitectsLe affascinanti realtà orientali la fanno da padrone anche nella categoria “Architecture, Building and Structures”. Tra i progetti vincitori spicca – infatti – “The Ring House & Atelier” dello studio MZ Architects, situata a Riyadh,  in Arabia Saudita.

La casa-atelier è stata progettato per un giovane creatore di gioielli saudita, che desiderava avere uno spazio di lavoro che esprimesse la sua anima e le sue creazioni all’interno del giardino della residenza principale della sua famiglia, dove vive attualmente.

The Ring House, MZ ArchitectsLa struttura consiste di un volume cilindrico che ne abbraccia uno rettangolare. Il cilindro fa da  parete protettiva, con una sola stretta apertura che serve come ingresso, mentre il rettangolo all’interno ospita tutte gli spazi necessari per la vita quotidiana dell’artista: una camera da letto, un bagno, un soggiorno, una cucina e un atelier.

 Screen House Eco Residential, Renaissance Planners & DesignersUn’altra spettacolare residenza, questa volta a Singapore: la “Screen House Eco Residential” realizzata da Renaissance Planners & Designers.

L’ispirazione per questo progetto è nata studiando il sito, il movimento del sole e le residenze confinanti. La casa esistente aveva ventilazione e illuminazione molto scarse.

 Screen House Eco Residential, Renaissance Planners & DesignersPerciò si è puntato su finestre non solo ampie, ma che fossero capaci di filtrare adeguatamente il calore del sole. Lo schermo sulla facciata esterna non solo agisce come riparo dal sole, ma garantisce anche privacy per i residenti.

The Wall Stadium, MZ ArchitectsDa una abitazione a un campo di calcio: la categoria è impreziosita dal “The Wall Stadium” di Doha, realizzato dallo studio MZ Architects. Una struttura colossale che domina sulle aree circostanti.

The Wall Stadium, MZ Architects

Per la sua forma si è guadagnato il soprannome di ‘The Laptop’, osservato dall’alto sembra proprio un computer portatile aperto.

Lo stadio The Wall è uno stadio di calcio unico nel suo genere, per la forma e per il suo design rivoluzionario: da una bassa duna verde emerge dal terreno di gioco sotterraneo la sua struttura maestosa.

La duna serve anche come aree di parcheggio per gli spettatori e come copertura della parte superiore delle tribune. L’idea è quella di ottenere temperature più fresche nel rettangolo di gioco e sugli spalti: un impianto sotto il livello del piano stradale offre il vantaggio di avere aria fresca sotto i piedi, aggiungendo velocità al gioco e migliorando la l’acustica complessiva.

Terrace Swimming Pool,  I/O architectsDal calcio al nuoto, in questo affascinante viaggio tra strutture avveniristiche: la nuova “Terrace Swimming Pool” costruita dallo studio I/O architects a Sofia.

Una piscina- terrazza, sulla sommità di un edificio storico. Ma anziché realizzare una composizione tradizionale integrandola piscina con l’edificio esistente, la nuova struttura è come disciolta all’interno del lussureggiante giardino, grazie al ritmo delle cornici e alla trasparenza del vetro.

Terrace Swimming Pool,  I/O architectsLo spazio interno è limitato dalla muratura in pietra della base classica e dalla luce e dalle sagome che prendono vita tra le strutture metalliche. La superficie traslucida dell’edificio, quasi invisibile durante il giorno, s’illumina grazie ai riflessi dell’acqua non appena scende la sera.

Questi e gli altri progetti vincitori sono visionabili sul sito http://www.designaward.com.

Leave a Comment