fbpx
  • SEZIONI

Riportiamo di seguito riassumendola, l’idea progettuale, l’innovatività ed i risultati attesi

L’idea impreditoriale di Abrex srllogo-abrex è quella di progettare, implementare, gestire e sviluppare un circuito di credito commerciale denominato Abrex, all’interno del quale imprese e professionisti abruzzesi possano scambiare fra loro beni e servizi senza utilizzare Euro.

Tale idea imprenditoriale sarà sviluppata in stretta collaborazione con Sardex.net, start-up sarda di successo a livello nazionale ed internazionale che ha implementato con successo un circuito di credito commerciale in Sardegna, riuscendo ad includere nel circuito , ad oggi, circa 2500 imprese e 1500 dipendenti in poco più di tre anni.

Gli audit effettuati sul sistema Sardex, da Banca d’Italia e dalla Agenzia Regionale delle Entrate sono stati positivi, quest’ultima n particolare approvando il sistema di transazione utilizzato, ha evidenziato la totale tracciabilità delle operazioni effettuate dalle aziende iscritte al circuito.

Il funzionamento del circuito può essere spiegato in quattro semplici passaggi:

  1. Ogni impresa affiliata al circuito riceverà una linea di credito a zero interessi, una carta per i pagamenti ed un conto online;
  2. Ogni impresa comunica ad Abrex le proprie esigenze di spesa e le proprie disponibilità in vendita di prodotti e servizi;
  3. Abrex provvede ad incrociare i dati di domanda ed offerta all’interno del circuito, generando opportunità di business fra le imprese affiliate;
  4. Avviene l’atto di compravendita vero e proprio per il quale viene utilizzata la moneta complementare.

abrexOgni azienda pagherà ad Abrex una quota per l’iscrizione annuale (proporzionato al fatturato dell’impresa stessa), grazie al quale, oltre a quando descritto nei punti precedenti, avrà diritto ad un broker dedicato ed ad una vetrina virtuale tramite la quale promuovere la propria attività e proporre i propri prodotti.

Abrex gestirà i circuito tramite una complessa piattaforma informatica in cloud, all’interno della quale i broker incroceranno i dati di domanda ed offerta e creeranno le opportunità di business fra le imprese iscritte.

Il circuito sarà inizialmente di tipo B2B (business To Business), e successivamente esteso anche all’area dei dipendenti e dei consumatori (Business to Employee e Consumer).

A prima vista la nostra idea può far pensare al baratto, ma in realtà il modello da noi proposto è quello della compensazione multilaterale e multitemporale: il baratto avviene infatti fra due soggetti, mentre in Abrex gli scambi avverranno fra tutti gli iscritti in tempi differenti ed importi anche frazionati.

Infatti quando un’impresa o un professionista vendono i loro beni/servizi, il loro conto diventa attivo e il credito accumulato può essere speso all’interno del circuito presso qualsiasi altra impresa o professionista affiliato.

INNOVATIVITA’

La nostra iniziativa imprenditoriale ha nell’innovatività il suo punto di forza. Abrex rientra a pieno titolo nelle cosiddette forme alternative di economia, e all’interno du questa grande categoria si differenzia sia per l’utilizzo delle tecnologie web-based e sia per la particolare connotazione etica dell’intera iniziativa.

Infatti, essendo un’attività economica Abrex mira a garantire la sua sostenibilità economica e la sua profittabilità attraverso le iscrizioni annuali, ma è attento soprattutto a fare in modo che il circuito si basi sulla fiducia tra le imprese aderenti, in quanto riteniamo che una comunità regionale forte e coesa debba necessariamente basarsi sulla fiducia reciproca.

Sul territorio regionale non sono presenti attualmente iniziative simili. A livello nazionale esistono 10 circuiti a livello regionale, tutti promossi grazie al sostegno di Sardex.net, e quindi non sono da considerarsi come competitor anzi, in prospettiva rappresenteranno l’opportunità di dar vita ad un inter-circuito nazionale.

A livello nazionale esistono circuiti di scambio/moneta complementare, ma non hanno una connotazione di tipo etico e un’attenzione al territorio assimilabile al modello di Abrex, ma invece si caratterizzano per la spiccata propensione al lato business.

OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI

L’obiettivo di Abrex è quello di instaurare a livello regionale una pratica virtuosa già in usi in molte altre zono del mondo e in rapido sviluppo anche nelle regioni italiane.

Il ricorso ai circuiti di moneta complementare è molto frequente nei periodi di crisi poiché riesce a fornire alle imprese uno strumento valido per continuare ad operare anche in mancanza di liquidità. Inoltre è di notevole impatto per l’economia locale, in quanto spinge gli operatori economici di un territorio a relazionarsi fra loro, traendo benefici reciproci.

Siamo sicuri che la nostra idea imprenditoriale, oltre che economicamente sostenibile e profittevole, sia di particolare aiuto per il territorio abruzzese, in quanto contribuirà a creare nuove sinergie sul territorio regionale.

L’obiettivo primario di Abrex è infatti quello di creare una comunità locale forte, all’interno della quale le imprese decidono di legarsi maggiormente al territorio e di sostenersi a vicenda nei momenti di difficoltà.

Secondo i dati Infocamere (2013) in Abruzzo ci sono 150.000 impresse.

In meno di tre anni Abrex cota di includere nel circuito almeno l’1% delle imprese abruzzesi (1500 imprese).

Per informazioni:

Abrex srl

www.circuitoabrex.net
Digital PR a cura di Blu Wom Milano

www.bluwom-milano.com
p.fabretti@bluwom-milano.com

Leave a Comment