• SEZIONI
Garden_ JPEG-C75ED85FAE9B-1

Una delle analisi emerse dall’ultimo TTG, fiera del settore turistico più importante d’Italia e tra le più importanti in Europa, è che il comparto turistico sta cercando di sposare in modo finalmente efficace la causa della sostenibilità a 360 gradi.

Saper dare un reale benessere e una genuina accoglienza ad un turismo che non vuole più essere di massa, proporre attività che aiutino il viaggiatore a stare meglio con il corpo e con la mente e, al contempo, dimostrare attenzione alla sostenibilità sono la conditio sine qua non per la crescita nei prossimi anni.

Non si parla solo di sostenibilità ambientale, ma anche umana che ha a che fare con le modalità di lavoro del personale specializzato e di approccio al cliente e viaggiatore.

Questo per dare una risposta soprattutto a quel segmento di mercato che è disposto a spendere di più pur di non attuare le pratiche insostenibili del turismo mordi e fuggi, che alla lunga ha dimostrato avere conseguenze e impatti deleteri sull’intero comparto oltre che sul benessere del viaggiatore.

Parole chiave per raggiungere velocemente questo obiettivo: gestione umana e familiare, viaggi sani (per il cliente e per l’ambiente), ritmi più lenti.

In realtà, proprio Rimini aveva già iniziato a dare da tempo delle risposte a queste esigenze: qui è nata l’unione tra più strutture miranti a mettere in un solo progetto la sostenibilità nella gestione delle risorse, la green education e, non da ultimo, l’affiancamento del cliente in un percorso di benessere che parte dall’accommodation e arriva fino all’offerta dei servizi.

Il Rimini Suite Hotel, 4 stelle di classe caratterizzato dall’accoglienza calorosa tipica di una struttura a gestione familiare, dopo aver proposto ai propri ospiti l’utilizzo di bici con pedalata assistita per la visita della città (progetto pilota del 2018 che ha avuto grande successo), aggiunge ora la possibilità di usufruire delle strutture sportive all’avanguardia dello Steven Sporting Club e del Garden Sporting Center.

Servizio di punta dello Steven sono i percorsi di PT experience, cioè esperienze di personal training con protocolli di allenamento che accompagnano il cliente con approccio personalizzato, usando innovativi software per il monitoraggio dell’allenamento.
Particolarmente amato da gruppi sportivi e famiglie è invece il Garden che, come ben raccontato dal nome, è un vero giardino dello sport e del benessere, del tempo libero e della socialità sana.

Ideale tanto per il turismo sportivo di gruppo quanto per i viaggi di coppia e famiglia,  la proposta riminese accoglie in realtà anche altre strutture alberghiere da 3 e 4 stelle collocate in posizione ottimale, che uniscono gestione familiare ad alti standard qualitativi insieme a risposte alle esigenze del turismo slow.

Alla base del progetto ci sono conoscenza “lenta” del territorio, approccio umano e diretto tra host e cliente, costruzione di benessere psico-fisico, utilizzo dell’esperienza di viaggio come spunto per stili di vita più corretti e sostenibili.

Proprio quest’ultimo punto, cioè viaggiare e riportare a casa consapevolezza di stili di vita più sani e sostenibili, è la sfida più difficile per il comparto turistico ma anche per il viaggiatore; quest’ultimo di deve emancipare, tra le altre cose, dalla costante presenza online di ogni aspetto legato al viaggio che porta i turisti ad essere “fast consumer” di location, abiti, accessori, esperienze e persino persone.

Leave a Comment