fbpx
  • SEZIONI
bicchieri_vino_Bormioli

Gustare un buon calice di vino, come ci insegnano gli esperti, prima di essere un’attività piacevole per il palato è prima di tutto una gioia per gli occhi. Dopo aver stappato la bottiglia ed eventualmente lasciato decantare il vino, lo si versa in un calice adatto e si inizia l’analisi visiva.

Il bicchiere va portato all’altezza degli occhi e osservato in controluce, con uno sfondo bianco: in questo modo se ne apprezzerà al meglio il colore, oltre che i riflessi e le sfumature. Importante è anche prestare attenzione alla limpidezza della specialità enologica, e se presente anche il perlage o le bollicine che si sprigionano dal liquido.

Tre bicchieri da vino

Successivamente si può procedere all’analisi olfattiva, cercando di apprezzare il bouquet del vino sia da fermo che facendolo roteare nel bicchiere; a questo punto si arriva poi alla degustazione vera e propria, alla scoperta di sapori e retrogusti.

Per fare sì che il vino riesca ad esprimersi al meglio delle sue proprietà organolettiche è indispensabile utilizzare calici di alta qualità vetraria, come ad esempio i bicchieri per il vino Bormioli Rocco prodotti con il know how di un’azienda che vanta quasi 200 anni di storia alle sue spalle.

Questi bicchieri, pensati appositamente per soddisfare le esigenze di degustazione delle più diverse tipologie enologiche, sono caratterizzati da un design di grande eleganza che li rende adatti anche alle tavole e agli ospiti più importanti.

Leave a Comment