fbpx
  • SEZIONI
whatsapp-icona

whatsapp-icona

WhatsApp può essere uno strumento meraviglioso per tenersi in contatto con parenti e amici: rapido, facile da capire e utilizzabile su più piattaforme, sostanzialmente gratuito. Ma può anche essere un fastidio, quando riceviamo messaggi da contatti indesiderati. C’è però un modo per tutelare la nostra privacy.

Impossibile non conoscere cosa sia WhatsApp, che in pochi anni è diventato il nuovo mezzo di comunicazione del mondo intero, con quasi un miliardo di utenti attivi al mese e 70 miliardi di messaggi scambiati al giorno. Questa applicazione di messaggistica istantanea ha una serie di vantaggi competitivi davvero considerevoli, come appunto la diffusione, l’abbonamento a costi davvero ridotti, la possibilità di inviare e ricevere messaggi, file audio / video, immagini e avviare chiamate vocali gratis (solo con copertura di rete). Insomma, tutto quello che si può chiedere a un’app di questo tipo. Eppure, ci sono anche degli elementi meno positivi, come ad esempio lo svantaggio di poter essere inseriti automaticamente all’elenco contatti di una persona a noi “sgradita”, solo perché quest’ultima possiede il nostro numero in rubrica, perché non serve alcun permesso per aggiungere o essere aggiunti; questo comporta il rischio di ricevere messaggi indesiderati, provenienti da sconosciuti o, appunto, da persone “irritanti” per qualsiasi motivo. Come ci spiega il tutorial realizzato da Android Blog, esiste però una controffensiva, che funziona in entrambe le direzioni: ovvero, possiamo sia scoprire di essere noi il “contatto indesiderato”, sia bloccare su Whatsapp; ed è proprio questa seconda opzione che andremo a scoprire insieme.

Taglio netto

Whatsapp-Android

Per interrompere la ricezione di messaggi su WhatsApp da numeri indesiderati o sconosciuti e non presenti nella rubrica del nostro telefono cellulare, è possibile bloccare direttamente e singolarmente il contatto modificare, in modo più generale, le impostazioni dell’account, in modo che risultare visibili solo ai contatti che si desidera mantenere. Effettuare questo blocco ai numeri sconosciuti su WhatsApp è molto semplice: se abbiamo un dispositivo Android, basta accedere al nostro account WhatsApp, toccare il pulsante “opzioni” e selezionare le “Impostazioni”; Da qui, seguiremo il percorso Impostazioni -> Account -> Privacy -> contatti bloccati, che ci conduce all’elenco dei contatti e alla possibilità di bloccare qualsiasi utente, selezionando singolarmente quelli indesiderati. Qualora cambiassimo idea, è possibile sbloccare il contatto selezionandolo dalla rubrica e aprendo il menu sulla destra.

Cosa succede

Quando operiamo questa scelta, il contatto bloccato non ne viene a conoscenza. Infatti, potrà ancora inviare dei messaggi al nostro numero, ma noi non li riceveremo; sul telefono dell’altra persona comparirà la spunta del messaggio inviato, ma mai la doppia che contrassegna il messaggio consegnato né, ovviamente, quella azzurra per il messaggio letto. Ovviamente, a noi non sarà data possibilità di far partire un messaggio verso questa persona, a meno di non procedere prima allo sblocco. Le altre limitazioni sono nell’impossibilità di vedere i nostri aggiornamenti di stato o foto, o di controllare l’ultima presenza online, e nel blocco conseguente anche alle telefonate. Tuttavia, il nostro nome continuerà a comparire nel suo elenco contatti (perché siamo stati salvati nella sua rubrica), così come a noi compare ancora il nome e il numero dell’indesiderato, a meno di non cancellarli manualmente.

Aumentare la privacy

whatsapp

Prevenire è comunque meglio che curare, come diceva una nota pubblicità. Ecco perché, oltre alla possibilità di bloccare su Whatsapp, è bene conoscere anche il modo per alzare il livello della nostra privacy sull’app. Aprendo sempre le Impostazioni dell’account, possiamo infatti decidere di essere disponibili solo ai contatti che si trovano nella rubrica del nostro telefono cellulare, così che persone e numeri sconosciuti non possono inviarci messaggi; allo stesso modo, possiamo limitare l’accesso alle informazioni come foto e aggiornamenti di stato, mettendoci così al riparo da contatti indesiderati.

Leave a Comment