fbpx
  • SEZIONI
“Golosa”, corpetto fatto di vassoietti dei bigné

“Golosa”, corpetto fatto di vassoietti dei bigné “Con la fantasia e la manualità è possibile ridare nuova vita a oggetti di uso comune e quotidiano, è possibile trasformarli in oggetti preziosi.”

Architetto di formazione, Caterina Crepax ha un amore innato per la carta e un’attenzione particolare per il riutilizzo di materiali cartacei di uso comune. Gli aridi scarti della burocrazia – scontrini fiscali, documenti triturati, bordi forati dei tabulati del computer o avanzi di lavori di tipografia, vengono trasformati da Caterina in “tessuti” preziosi e abiti dai dettagli sorprendenti.

Prioritaria, abito fatto di buste della posta prioritaria

I primi lavori di Caterina con la carta risalgono ai tempi dell’infanzia. A quel tempo, ha rivelato l’artista, “qualsiasi tipo di carta trovassi in casa, veniva da me utilizzato per disegnare, ritagliare e inventare piccole scenette tridimensionali”.

Nelle sue creazioni di oggi tagli, pieghe, arricciature, plissettature, sbuffi e intarsi danno vita a abiti scultorei che prendono spesso ispirazione dal mondo animale o vegetale o dagli elementi di decorazione architettonica.

Secondo Caterina l’immaginazione dev’essere alla base della trasformazione dei materiali. “Sarebbe bello” ha affermato l’artista “che le persone cercassero di guardare al di là dell’oggetto in sè e provassero a fare un divertente gioco di fantasia, se si può dire di metamorfosi: osservare un oggetto e liberare la mente dall’uso per il quale lo conosciamo, provando ad immaginare cosa altro potrebbe essere e a cosa altro potrebbe servire.”

Dopo la partecipazione allo stand Molteni al Salone del Mobile di Milano del 1995, le creazioni di Caterina hanno cominciato a essere riconosciute e richieste in Italia e all’estero. Nel corso degli anni sono apparse in servizi fotografici su importanti testate di moda e design, allestimenti per aziende della carta, eventi di abiti da sposa, negozi di moda e arredamento, mostre e fiere nazionali e internazionali, spettacoli teatrali, eventi di moda, sfilate, mostre personali e programmi televisivi.

“I miei lavori sono da sempre accolti con grande entusiasmo” ha affermato Caterina, secondo cui lo stupore degli spettatori nasce dal riconoscere che decori delle creazioni si celano materiali cartacei di uso comune, noti a tutti, a volte di uso alimentare, come i vassoietti dei bignè.

http://www.caterinacrepax.com/
https://www.facebook.com/pages/Caterina-Crepax-Paper-Dreams/285270058171865

Caterina Crepax aderisce alla campagna Generation Awake. Come tanti altri “Awakeners”, sostiene i valori del riciclo e del riuso. Perché anche i rifiuti hanno un valore.

Leave a Comment