fbpx
  • SEZIONI
diamond-modulare

diamond-modulareHai mai pensato a quanto lavoro c’è dietro l’allestimento delle tue boutique preferite? Sai perché quella particolare vetrina ti invoglia ad entrare in un negozio piuttosto che in un altro? Le risposte stanno tutte in una vera filosofia dell’arredamento e dell’interior design, una scuola che in Italia può vantare di certo numerose eccellenze, ma che quando si tratta di arredare un negozio deve fare riferimento a dei canoni del tutto particolari e specifici.

Qualsiasi progetto deve infatti partire dal presupposto che non sarà troppo duraturo o definitivo, per cui dovrà includere in sé caratteristiche di trasformismo e modularità per consentire ai retailer tutti i necessari adattamenti o perfino delle espansioni con nuovi moduli che si integrino con quelli già esistenti: uno store è infatti in continuo mutamento, dovendo stare dietro alle mode ed alle collezioni che cambiano così come alle stagioni.

Quanto detto vale a partire dalle vetrine, le quali sono il primo biglietto da visita quando c’è in ballo il fashion retail, che non si limita al solo abbigliamento ma include anche accessori, pelletteria, eyewear.
Una vetrina accattivante e coinvolgente sa come catturare l’occhio, invita ad avvicinarsi per osservare meglio ma soprattutto ad entrare. Ed a quel punto entrano in gioco tutte le tecniche espositive tra le quali noi abbiamo una spiccata predilezione per quelle garantite da un materiale innovativo e moderno come l’acciaio inox.

Sono molti i materiali che trovano applicazione nello shop fitting, ma l’inox è quello che maggiormente contribuisce a creare un profilo all’avanguardia, per la facilità della sua lavorazione e per la sua predisposizione ad assecondare i progetti di design più audaci.

Forme nuove ed all’avanguardia, linee dinamiche, espositori che esaltano da un lato lo stile del marchio e del retailer stesso e dall’altro anche i tratti distintivi dei capi esposti: clicca qui per scoprire una gallery panoramica ampiamente esplicativa di questo concetto, perché è indiscutibile quanto le immagini a supporto della descrizione siano fondamentali.

Un concept store che sappia rispondere con questi requisiti alle richieste del mercato ha già compiuto il passo più importante verso un sicuro successo di vendite!

Non dobbiamo poi dimenticare, come detto in apertura, l’obbligo per l’arredo negozi di essere modulare e modulabile, anche in corso d’opera: proprio l’acciaio inox grazie alla sua elastica polivalenza riesce a rispondere al 100%, e garantisce inoltre un ambiente dai toni luminosi ed ordinati, il migliori viatico per una shopping experience che si faccia ricordare.

Costruire spazi “usabili” e confortevoli, nei quali la clientela possa sentirsi libera di spaziare con lo sguardo e camminare, è infatti un altro dei presupposti chiave da non trascurare mai: l’abilità dell’interior designer per negozi sta proprio nell’ottenere simili risultati anche negli spazi esigui che troppe volte sono a disposizione delle boutique.

Solo i più capaci ottengono spazi espositivi ariosi anche in pochi metri quadri, magari perché riescono a sfruttare al meglio idee e strumenti specifici quali i pannelli dogati, una sorta di “pietra filosofale” dell’arredo negozi perché garantiscono esposizioni ordinate, altamente valorizzanti, e che supportano molteplici espedienti per la collocazione degli articoli stessi: mensole, espositori sospesi, piccole teche o anche piccole nicchie, per gli oggetti di dimensioni più ridotte.

Chiudiamo la nostra analisi con due ulteriori suggerimenti che possono sembrare intuitivi, ma in realtà troppo spesso vengono trascurati: in primis, l’illuminazione. La sua correttezza fa da spinta incredibile alla valorizzazione dell’oggetto, l suo apprezzamento da parte degli avventori, e di conseguenza al suo acquisto. Fari e faretti giustamente collocati riescono dove in tanti troppe volte falliscono.

Il secondo suggerimento può riferirsi a tutti gli store, anche se diventa altamente strategico in quelli dalla metratura quadrata più ridotta. Parliamo degli specchi e di tutti i giochi che si possono con essi creare, perché aiutano ad ampliare lo sguardo ed a moltiplicare gli spazi dando sensazioni impareggiabili.

Leave a Comment