• SEZIONI
posizionare-impresa-locale-google

Se hai un’impresa locale e hai intenzione di promuovere la tua attività su internet, l’idea di competere con i giganti del web può spaventare. Come faranno i tuoi utenti a trovarti tra migliaia di siti e concorrenti in tutto il mondo?

Fortunatamente, Google è democratico e sa benissimo che una piccola-media impresa locale può soddisfare le ricerche di un utente pur non essendo una multinazionale di fama mondiale. Le persone cercano idraulici, parrucchieri, imbianchini, autoscuole, negozi di ferramenta e molto altro intorno a sé: vogliono raggiungere quel luogo fisico, e il motore di ricerca sa come accontentarli.

Una delle funzionalità più gradite su Google è il cosiddetto three-pack, detto anche Google My Business listings o Google Maps listings, la tabella che mostra in evidenzia le aziende migliori in zona a seconda della posizione dell’utente e della qualità delle imprese.

Come dicevamo, è una finestra molto interessante per l’utente, ma anche un’opportunità ghiotta se ti stai chiedendo come posizionare un’impresa locale su Google. Vediamo come funziona e come sfruttare questo Pack per promuovere la tua attività su internet.

Cos’è e come funziona il Three-Pack di Google

Fai una semplice ricerca locale da PC o dispositivo mobile e vedrai comparire tra i primi risultati un box contenente tre attività della categoria correlata alle tue parole chiave, la Maps di Google dove trovarle e una serie di altri contenuti aggiuntivi: recensioni degli utenti, pulsante per passare al sito web e per riceve indicazioni stradali.

Ti trovi davanti al Three-Pack, un algoritmo messo a disposizione dell’utente da Google per facilitargli la vita nelle ricerche local (come “pasticceria Torino” o simili). Le aziende che vengono visualizzate all’interno non sono frutto di un caso, ma di una selezione che il motore di ricerca compie seguendo tre criteri:

  • Proximity, ossia la vicinanza. La posizione dell’utente che sta facendo una ricerca dal proprio device è la base preliminare: Google tiene conto di dove ti trovi quando cerchi, per non mostrarti un pasticcere a New York se ti trovi sotto la Mole Antonelliana (per riprendere l’esempio di prima).
  • Prominence, cioè l’importanza che Google ritiene che le attività abbiano. Come valuta questo parametro il motore di ricerca? Attraverso le recensioni (quantità e qualità), le citazioni online riguardanti l’azienda, il traffico organico che riceve il suo sito e altro ancora.
  • Relevance, vale a dire la rilevanza. Più Google ritiene che il business dell’azienda sia attinente alla ricerca dell’utente, più la scheda dell’attività sarà in alto nel Maps Pack.

Come posizionarsi più in alto su Google Maps

Per le attività locali essere presenti all’interno della Google Maps listings è fondamentale per trovare nuovi clienti e generare maggiori contatti. È provato che la maggior parte degli utenti si ferma a questi risultati per moltissime categorie merceologiche, senza nemmeno consultare il resto della SERP (la lista dei risultati di ricerca).

Quindi? Come puoi posizionare la tua azienda su Maps?

Il primo e indispensabile step è possedere una scheda aziendale su Google My Business. Il motore di ricerca deve sapere chi sei, quale attività svolgi e dove eserciti la tua professione. Senza un profilo MyBusiness (attivabile creando un account Google a nome della tua attività) non potrai mai risultare nel Maps Pack.

Successivamente bisognerà lavorare facendo leva sui parametri che il motore di ricerca usa per determinare la triplice classifica. Ovviamente, alcuni fattori non sono modificabili: non puoi lavorare facilmente sulla vicinanza, a meno che tu non apra una sede in più luoghi.

Molto meno dispendioso è lavorare su prominence e relevance. Ecco una lista di accorgimenti che possono far salire il tuo posizionamento su Maps:

  • Collegare il tuo sito web alla scheda MyBusiness, in modo che Google integri tra le informazioni anche questa risorsa fondamentale;
  • Specificare a quali categorie di attività appartiene e precisare dettagliatamente cosa offri;
  • Chiedere delle recensioni ai tuoi utenti che attestino la bontà del tuo lavoro;
  • Inserire foto, prodotti e altre info utili sfruttando le sezioni della scheda MyBusiness.

Per un posizionamento davvero efficace, però, serve una strategia integrata che miri a consolidare l’autorevolezza della tua piccola-media impresa locale. In questo il tuo sito web, i social media o le varie menzioni in rete (link) possono fare moltissimo per dare un’impennata alla tua azienda nel posizionamento local.

Un lavoro che solo chi ha molta dimestichezza con la rete e le regole SEO (Search Engine Optimization) può svolgere con dei risultati. È importante scegliere con attenzione i partner a cui affidarsi: perciò se anche tu vuoi sapere di più su come iniziare un progetto di posizionamento della tua impresa locale puoi rivolgerti ad un esperto SEO a Torino su togoweb.it.

Leave a Comment