fbpx
  • SEZIONI
images

downloadI social network e l’immediatezza della tecnologia smart hanno decisamente cambiato il nostro modo di approcciarci all’arte fotografica.

Ma è bene specificare e ricordare sempre che la fotografia tradizionale è una tecnica complessa, all’interno della quale si inserisce, negli ultimi anni, un’area più alla portata di tutti, il visual story telling.

Si tratta dell’atto di narrare momenti della propria vita in pillole ed immagini, dal cibo, ai viaggi, alla strada, persino il proprio volto e corpo.

Inutile banalizzare criticando gli atteggiamenti e le mode legati alle ultime tecnologie, troppo semplice. La verità è che la generazione 2.0 si è re-impossessata della comunicazione per immagini che sino a 10 anni fa era a appannaggio dell’industria pubblicitaria.

Certo, lo fa cedendo i propri dati ai social network, esattamente come qualche anno fa qualunque agenzia pubblicitaria usava i nostri dati anagrafici e indirizzi per inviarci la propria narrazione della realtà.

La premessa è necessaria, perché il Contest di Visual Story Telling di Movidabilia Amare le differenze, nasce proprio scevro da ogni forma di giudizio per quello che non è solo un comportamento social, ma anche un nuovo modo di raccontare il mondo, sul quale nascono veri e propri manuali e corsi.

A questa immediatezza espressiva, l’associazione di promozione sociale Movidabilia dedica un contest dalla tematica delicata: la disabilità in un contesto urbano, quotidiano, normodotato.

Il titolo del contest è AMARE LE DIFFERENZE, e vuole portare i partecipanti ad interpretare la disabilità in modo creativo, metropolitano, anche ironico, l’importante è che venga inserito in contesti quotidiani.

Il contest chiede lo sforzo per nulla semplice di interpretare il mondo visto e vissuto da chi ne ha un diverso approccio e percezione, sensoriale e non solo.

La partecipazione al concorso è completamente gratuita e si rivolge a chiunque abbia compiuto la maggiore età.

Lo scatto  dovrà essere inviato o tramite messaggio privato sul portale facebook (www.facebook.com/movidabilia) , o via mail (info@movidabilia.it) inserendo nome, cognome, indirizzo e-mail , titolo dell’opera ed eventualmente una breve descrizione.

Le opere fotografiche saranno valutate, in prima fase, dal numero dei “Mi Piace” dati da tutti gli utenti di facebook.

Ai concorrenti spetta il compito di divulgare la propria opera all’interno della rete social per poter avere il maggior numero di “Mi Piace”. Le 10 foto più votate andranno in finale.

Una giuria tecnica composta da fotografi si unirà alla giuria social, fino a decretare i tre vincitori cui verranno assegnati viaggi, soggiorni benessere, degustazioni e magliette firmate Movidabilia, spazi senza barriere.

L’occasione è da non perdere per chi vuole e per chi sa narrare in immagini.

Leggi il regolamento completo a questo indirizzo: http://www.movidabilia.it/contest-picofdifference-amare-le-differenze/

Leave a Comment