• SEZIONI
CrippaConcept_Book__UNIPAVIA credits VITAMINE

IL LIBRO
MOBILE HOME per il turismo all’aria aperta. Storia evolutiva
Autori Carlo Berizzi, Luca Trabattoni
con il contributo di Sonia Luisi, Salvatore Nirta, Gaia Terlicher, Antonio Nuccio,
Alessandro La Terza
Data di pubblicazione dicembre 2019
Editore Il vicolo del Pavone, Alessandria

…dalle yurte ai Tuareg, dalle bathing machine e ai cottage portatili sino al turismo sostenibile nelle aree protette e alle nuove architetture a basso impatto ambientale.

Frutto di una ricerca condotta da AML – Architectural Maker Lab del Dipartimento di Ingegneria Civile – Architettura dell’Università di Pavia, guidata da Carlo Berizzi e Luca Trabattoni, in collaborazione con CRIPPACONCEPT – leader italiano nella progettazione e realizzazione di mobile home e lodge tent per il turismo open air – il volume segna un punto importante dell’attività di ricerca, sviluppo e comunicazione del concetto di turismo all’aria aperta in Italia, con standard di eccellenza, in chiave sostenibile.

Dopo oltre un anno di analisi, catalogazione di storie, immagini e suggestioni, la ricerca – pubblicata per l’editore “Il vicolo del Pavone” di Alessandria – diventa un libro: dalla definizione di mobile home, sviscerata anche dal punto di vista più tecnico costruttivo, per passare ad un approfondito e interessante excursus storico, dedicato a chiarire quali sono state le tappe che hanno consolidato il concetto di turismo glamour all’aria aperta, come lo conosciamo oggi.

Un percorso che passa attraverso il racconto di abitudini di vita, connaturate all’uomo – come il bisogno di spostarsi e di migrare – e, di pari passo, di architetture immobili e mobili per trascorrere le vacanze.

È così che riemergono abitudini culturali, figlie dei propri tempi e luoghi, come le tende yurte, quelle dei Tuareg, o come le bathing machine: carovane cabinate, trascinate dai cavalli in mezzo all’acqua, che permettevano ai cittadini delle metropoli di godere del tempo libero in riva all’oceano, lontani dall’aria greve delle fabbriche, e che consentivano alle donne – soprattutto – di spogliarsi e indossare il costume lontane da occhi indiscreti; o ancora, i primi cottage portatili, che si sono diffusi in maniera così capillare negli Stati Uniti, tanto da trovarli anche nella grande distribuzione, alla portata di tutte le tasche; dalle chiatte sul fiume, fino alle roulotte per approdare alle mobile home, appunto.

Un excursus che non manca di sottolineare come, lasciati alle spalle i due conflitti mondiali, ritrovata la stabilità economica e la pace, la villeggiatura e la vita all’aria aperta, dove trascorrere le vacanze, vivono un’iniezione ulteriore di creatività costruttiva e nuove abitudini.

Per approdare ai giorni nostri, in cui il bisogno di open air è sempre più marcato ma va, necessariamente, di pari passo con una sensibilità ecologica che pone la questione della salvaguardia del territorio – che una mobile home è in grado di soddisfare senza consumo di suolo – e una sostenibilità costruttiva che passa per i materiali e gli arredi. Il volume è diviso in tre sezioni: una prima sezione didascalica e tecnica sul concetto di mobile home, una seconda parte storico – architettonica e la terza legata al tema della ecosostenibilità in termini di rispetto del paesaggio e di nuove applicazioni architettoniche e materiche per continuare a vivere il turismo all’aria aperta con un livello qualitativo nettamente superiore.

“È arrivato il momento – dice Sergio Redaelli, Titolare di CRIPPACONCEPT – di far conoscere, con un risultato scientifico, come questo volume, da dove nasce la progettazione di architetture dedicate alla vacanza all’aria aperta, di mostrarne la connessione con le abitudini di vita di chi le usa e le usava e di fare letteratura con voce autorevole, come quella accademica, sul nostro settore. Senza parlare solo agli addetti ai lavori ma aprendo al lettore comune, curioso e ricettivo, tutti i significati di un termine come “glamour camping o glamping” che ha tenuto banco sui media negli ultimi anni”.

Carlo Berizzi, Professore Associato in Progettazione Architettonica e UrbanaDipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Pavia ha firmato il volume insieme a Luca Trabattoni, Professore Associato di Architectural Design presso la Università Politecnica di Opole (Polonia) e docente di Composizione Architettonica dell’Università di Pavia, e dal 2018 ha avviato e dirige il progetto di ricerca accademica sul tema delle mobile home in collaborazione con CrippaConcept.

Il Prof Berizzi commenta così l’uscita del volume: “Arrivare alla radice del tema mobile home è stato molto interessante, sia dal punto di vista tecnico che storico. Come progettisti, poi, la questione della sostenibilità ci tocca da vicino perché formiamo i professionisti di domani, per i quali la salvaguardia del pianeta sarà una questione ancora più radicale di quella che già è oggi in termini di progettazione di spazi abitativi e di paesaggi. Una progettazione che deve necessariamente elevare gli standard di qualità attuali soprattutto per promuovere le potenzialità specifiche di luoghi che attraggono sempre di più un tipo di turista evoluto e attento alla dimensione ecologica della vacanza.”

 

Prezzo di copertina 20 euro
In vendita in formato cartaceo sui principali bookstore digitali e nelle librerie.

Online sul sito dell’editore a questo link. 

Leave a Comment