fbpx
  • SEZIONI
DIORAMAPER-WEB

Diorama Magazine Launch: ISSUE 02 / Strato
audiovisual installations / live performances 

live sets / art expo / food design

Venerdì 1 Giugno a partire dalle 20.00

c/o Spazio Concept, Via Forcella 7 Milano

Venerdì 1 giugno a partire dalle 20.00 DIORAMA MAGAZINE in collaborazione con OTOLAB, collettivo Milanese che fonde musica elettronica e ricerca audiovisiva, presenterà presso Spazio Concept, via Forcella 7 Milano, un evento in cui l’unione di musica, arte, video arte e food design condurrà lo spettatore in un’esplosione sensoriale senza precedenti.

Alle 20.00 Diorama Magazine, rivista che si pone l’obiettivo di ricreare il meccanismo ottocentesco in una pubblicazione stagionale, autofinanziata, indipendente e gratuita, presenterà il suo nuovo numero “Issue 02/ STRATO”.

Durante la serata sarà possibile sfogliare la rivista e assistere all’esposizione delle opere del giovane artista iraniano Ashkan Honarvar, presentate nel nuovo numero di Diorama Magazine. Attraverso l’utilizzo del collage come tecnica d’arte, Honarvar pone il corpo al centro delle sue opere: sia esso straziato dalla guerra, abusato dall’industria del sesso o fruito come strumento di ricerca dell’identita’, rappresenta sempre il punto di partenza per un’universale rappresentazione del maligno che fa parte della natura umana, sino a confluire in una critica da parte dell’artista nei confronti della società contemporanea, della vanità, della guerra ma anche delle icone dell’arte.

Ambientazioni fluide e scheletri sonori a cura di Boney Kin, faranno da cornice fluttuante  all’aperitivo organizzato dove il collettivo di food designer  Zenzerozelante unirà il piacere del cibo alla stimolazione audiovisiva, portando lo spettatore in un’atmosfera multisensoriale che farà da scenografia all’atto del nutrirsi in un clima di totale convivialità.

Dalle 22.00 l’attenzione verrà catturata dalla presentazione della live perfomance inedita firmata OTOLAB: nata da una costante ricerca nel campo della percezione audiovisiva, della sinestesia e dei relativi dispositivi elettronici e digitali autoprodotti, Bleeding, consiste fisicamente nella proiezione su due tele, una delle quali, trattata con vernice fosforescente, trattiene in memoria visiva la luce e le immagini ricevute. La composizione delle immagini prende direttamente ispirazione dal breve attimo definito dal tempo di spegnimento del tubo catodico ed evolve verso la trasformazione di pattern grafici sovrapposti attraverso l’alternanza di frame che determinano una tempesta, in termini percettivi, sullo spettatore.

A seguire l’electronic live perfomance audiovisiva a cura di Mud e Tonylight, due dei dieci elementi del collettivo OTOLAB.

EVENTO APERTO AL PUBBLICO – INGRESSO:

5 euro (dalle 20.00 alle 21.30 con inclusa una consumazione+aperitivo)

5 euro (dalle 21.30 esclusa consumazione)

PROGRAMMA

20.00 Diorama Magazine Launch “Issue 02 / STRATO”

22.00 Audio visual live performance Bleeding – Otolab

22.30 live set Mud + Tonylight

 

Nel corso della serata:

ESPOSIZIONE di Ashkan Honarvar

AMBIENTAZIONE SONORA di Boney Kin

FOOD DESIGN di Zenzerozelante

 

ESPOSIZIONE

Ashkan Honarvar

http://www.ashkanhonarvar.com/

Ashkan Honarvar è un giovane artista iraniano che fa del corpo il suo principale campo d’indagine: sia esso straziato dalla guerra, abusato dall’industria del sesso o fruito come strumento di ricerca dell’identità, è sempre il punto di partenza per un’universale rappresentazione del maligno che fa parte della natura umana.

 

AMBIENTAZIONE SONORA

Boney Kin

Gioca con ambientazioni fluide e scheletri sonori in una continua interazione di stili, retro futurismi alchemici.

FOOD DESIGN

Zenzerozelante

Design for eating experience…

http://cargocollective.com/zenzerozelante

Zenzerozelante è un collettivo di food designer composto da Giulia Casadio, Chiara Zaccarelli e Gabriele Berto, fondato nel dicembre 2010. Fulcro del progetto è trasformare il cibo in un’esperienza che stimoli sia le papille gustative che il cervello,  tramite la ricerca di approcci e di dinamiche differenti. L’attenzione è focalizzata sulla relazione che si andrà a stabilire tra gli alimenti e le persone, per creare atmosfere multisensoriali che fanno da scenografia e accompagnano l’atto del nutrirsi. Partendo dall’ambiente a disposizione, i ragazzi cercano di immaginare i cibi, gli stimoli e l’atmosfera che vogliono dare ai commensali. Progettano e pianificano le forme del cibo, dell’allestimento e dell’oggettistica, di tutto ciò che andrà a contatto con le pietanze. Il loro lavoro è puro food design, ovvero design pensato a partire dal cibo.
Il gruppo utilizza materie prime del territorio e stagionali, che vengono composte ogni volta in maniera differente facendole corrispondere alle esigenze dell’evento. Sensibili verso l’ecosostenibilità, non si pongono limiti nell’uso dei materiali con attenzione pura verso l’ambiente.

 

LIVE PERFOMANCE / OTOLAB

Bleeding

Audio Visual Performance live

Concept: Dies_ & Mud
Performing: Dies_

Durata: 20 min. circa

Anno di produzione: 2012

La performance consiste fisicamente nella proiezione su due tele, una delle quali, trattata con vernice fosforescente, trattiene in memoria visiva la luce e le immagini ricevute. L’estetica visiva e sonora del progetto si basa su questo dualismo che viene reso esplicito nell’evolversi della performance. La composizione delle  immagini prende direttamente ispirazione dal breve attimo definito dal tempo di spegnimento del tubo catodico ed evolve verso la trasformazione di pattern grafici sovrapposti attraverso l’alternanza di frame che determinano una tempesta, in termini percettivi, sullo spettatore.

 

GLI ORGANIZZATORI / OTOLAB

www.otolab.net

Otolab nasce nel 2001 a Milano da un gruppo di affinità che vede musicisti, dj, vj, videoartisti, videomaker, web designer, grafici e architetti unirsi nell’affrontare un percorso comune nell’ambito della musica elettronica e della ricerca audiovisiva. I progetti vengono sviluppati attraverso il lavoro di laboratorio, i seminari e live performance, secondo principi di mutuo confronto e sostegno, di libera circolazione dei saperi e di sperimentazione. La produzione si compone di progetti collettivi e individuali per i quali vengono utilizzati linguaggi che vanno dall’elettronica sperimentale alla techno, dal dub alle sonorità industriali, sempre alla ricerca di un rapporto simbiotico con l’immagine e il video.

Otolab è un’associazione culturale che produce live media, progetti audio e audiovisivi, installazioni, seminari e workshop. In questi anni sono stati ospitati in numerosi festival, manifestazioni culturali, musei e gallerie nazionali e internazionali e hanno collaborato alla realizzazione di iniziative culturali autogestite. In Italia ha partecipato ad alcuni festival tra cui: Netmage, Videominuto, Mixed Media e Sincronie mentre  all’estero a numerosi tra cui il VideA_02 di Barcellona, il Cimatics di Bruxelles, il Moov03 di New York e la Biennale di Praga. A Milano si sono esibiti ad esempio al Museo della scienza e della Tecnologia, al PAC Padiglione di Arte Contemporanea ed  alla Triennale di Milano. Hanno collaborato a numerose iniziative autogestite tra le quali il TPO, la Xm24 e la Street Parade di Bologna. Hanno vinto l’Italian Diesel Award all’Italian Live Media Contest 2002 e il primo premio a Netmage 2003 con il progetto Quartetto.swf.

 

GLI ORGANIZZATORI / DIORAMA MAGAZINE

http://www.dioramamag.com/index.html

La rivista Diorama è nata a febbraio 1984. Si tratta di una pubblicazione per fotografi amatoriali e professionali, che dedica un’attenzione speciale alle tecnologie digitali. José Alcocer, creatore e direttore della rivista, ha un’esperienza storica nel mondo editoriale e fotografico dal 1953.

Diorama Magazine vuole ricreare il meccanismo ottocentesco in una pubblicazione stagionale, autofinanziata, indipendente e gratuita.

Manipolando la direzione, il colore e l’intensità della luce, viene prodotta una diversità di effetti scenici; il Diorama, vano all’interno del quale, attraverso uno spiraglio, lo spettatore puo’ scoprire mondi inediti ed osservarli da molteplici prospettive.

Definisce una politica editoriale secondo la quale sceglie gli argomenti da trattare non in base all’attualità, ma creando una collezione tematica senza tempo, che in ogni edizione riporta come le diverse discipline artistiche si approcciano ad un argomento

 

LO SPAZIO / SPAZIO CONCEPT

Via Forcella 7 | 20144 Milano

www.spazioconcept.it | +39 389 4272665

Spazio Concept è una location situata nel cuore di Zona Tortona, fulcro di moda, cultura e design scandita dal Salone del Mobile e dalla Design Week. Concepito come centro polifunzionale, nato con l’intenzione di fungere da punto di riferimento in ambito culturale per artisti, curatori e amanti delle arti, lo spazio offre anche la possibilità di ospitare eventi di varia natura.

Spazio Concept è costituita da cinque spazi ognuno dei quali offre degli specifici servizi e caratteristiche utili agli obiettivi dei clienti, raggiungendo una metratura complessiva di oltre 750 m2. Si distingue per la sua versatilità nell’ospitare manifestazioni che variano dalla musica all’arte, intrattenimento e commerciali, affiancando servizi integrati quali la produzione, comunicazione, catering ed allestimenti.

 

Leave a Comment