• SEZIONI
donne e fai da te

Le donne stanno mettendo in atto una vera e propria rivoluzione nel mondo del fai-da-te. Questo è quanto risulta da uno studio realizzato da Tiendeo.it coinvolgendo un campione di donne di tutta Europa.

Dall’analisi dei dati, risulta che oltre la metà delle donne europee (il 52% per la precisione), si occupa di lavori di piccola ristrutturazione domestica che includono installazioni elettriche, parquet, falegnameria… Se invece prendiamo in considerazione i dati relativi ai piccoli lavori di manutenzione, le percentuali aumentano: il 68% delle donne afferma di eseguire piccole riparazione, quali dipingere le pareti, cambiare il rubinetto, appendere specchi e quadri. L’apice si raggiunge quando si passa a parlare di arredamento, con l’83% delle donne che dichiara di occuparsi di tutto ciò che riguarda disegno e decorazione, contro il 68% degli uomini.

Si tratta di dati che mettono in luce il cambio epocale a cui si sta assistendo negli ultimi anni, con la donna in una posizione sempre più affine a quella dell’uomo dentro e fuori dalle mura domestiche. Anche se le percentuali, eccezion fatta per l’arredo, sono sempre a favore del mondo maschile, i risultati sono comunque positivi, se consideriamo che il fai-da-te è da sempre un settore di appannaggio maschile.

Ma cosa frena le donne dal prendere in mano gli attrezzi e mettersi all’opera? Le cause principali sono due, e molto connesse tra loro: mancanza di conoscenze e mancanza di competenze. Le donne intervistate infatti, non si sentono all’altezza della situazione e ritengono di non avere conoscenze sufficienti per intervenire nei piccoli lavori di manutenzione. A questo si somma la convinzione di non essere competenti, e per questo la scelta di delegare.
Molto interessante è la questione relativa alla gestione del budget per tutto ciò che riguarda la manutenzione e il rinnovamento dell’ambiente domestico. Solo 1 uomo su 10 condivide o delega la gestione del denaro e degli acquisti alla donna, i restanti 9 affermano il proprio ruolo decisionale su quando e cosa comprare.

Anche nel settore della ristrutturazione e dei lavori domestici, internet ha guadagnato uno spazio molto importante, sotto diversi punti di vista. Da un parte è fondamentale durante il processo di decisione per confrontare prezzi e prodotti prima di acquistare, dall’altra ha contribuito non poco alla formazione autodidatta di molte donne, che fanno ampio uso del canale online,  individuando in esso la principale fonte di conoscenza. Si può quindi considerare il mezzo digitale come una condizione fondamentale per il raggiungimento della parità tra i due sessi anche nel mondo del fai-da-te.

*Inchiesta realizzata da Tiendeo.com su un campione di oltre 500 utenti tra gennaio e febbraio 2019.

Leave a Comment