fbpx
  • SEZIONI
ph_1

Gironzolando tra gli stand del Macef insieme con Laura (per tutti, la Zenza) l’oasi più accogliente e colorata in cui ci siamo imbattute è senza dubbio quella di Camomilla Milano.

Un posto incantato, in cui siamo rimaste inebetite, con gli occhi a cuoricino, a guardare lei un’allegra borsa a pois, io un fantastico cerchietto per capelli con annessa peonia, che doveva essere mio a tutti i costi…

Perseguitata dai fiori, mi imbatto in una rosa appena distolto lo sguardo dalle borse, proprio lì a fianco, sopra a un delicatissimo (e, scoprirò dopo, delizioso) pacchetto di cioccolatini Perugina.

Buoni, morbidi, scioglievoli.

Mi è venuto in mente che anche noi due siamo così, nevvero Zenza?

Nascondiamo un cuore dolcissimo sotto un involucro luccicoso e accattivante…

Beh, magari esagero, ma probabilmente l’intuizione nascosta dentro la collaborazione tra la storica azienda della cioccolata e Camomilla è proprio questa…

Di donne da accompagnare in ogni momento della giornata, valorizzando i loro momenti di freschezza e ironia, senza mai perdere di vista quella concretezza e sensibilità che spesso si traducono in un dono, fosse anche un semplice sorriso…

E dev’essere giustappunto questa la filosofia che è alla base del successo delle collezioni Camomilla: accessori, borse, bijoux, cerchietti, trolley, complementi d’arredo e altro ancora.

L’unico problema, è che adesso sta quasi svanendo l’effetto-dolcezza…Ne avrei proprio bisogno di un altro…

2 Comment

  1. Immagino fossero buoni i cioccolatini… non li ho provati!!!

  2. Bugiardo!!!

Leave a Comment