• SEZIONI
F&PWineGrop_logo

È uscita in questi giorni la classifica delle maggiori aziende vitivinicole d’Italia. Sono in tutto 105 quelle evidenziate e assieme F&PWineGrop_logorappresentano 6,5 miliardi di fatturato (46,5% del turnover totale e 62,6% dell’export totale). Cantine 4 Valli, oggi F&P Wine Group, con il suo fatturato di 15,2 milioni, in crescita rispetto al 2017 del 15,26%, sale di 7 posizioni rispetto all’anno precedente. Dato importante da sottolineare: la crescita rispetto al 2017 si evidenzia sia in Italia (11,39%) che all’estero (11,64% che rappresenta il 60,8% del totale).
Grande soddisfazione di F&P Wine Group (Cantine 4 Valli) per il risultato raggiunto nel 2018 che la posiziona tra le cantine più grandi d’Italia. L’azienda continua a dimostrare che gli sforzi commerciali svolti in questi anni stanno portando i voluti e giusti risultati sia a livello nazionale che internazionale. Con più di 10 milioni di bottiglie vendute, 70 ettari di proprietà e 150 ettari in affitto, quest’anno avanza rispetto al 2017 di 7 posizioni.
Siamo molto soddisfatti di questa continua crescita, oggi confermata da questa classifica” dichiara Stefano Perini, AD di F&P Wine Group “che evidenzia il valore delle nostre produzioni, apprezzate sia a livello nazionale che internazionale. I brand all’interno del nostro Gruppo sono tutti riconosciuti per le loro caratteristiche di unicità e qualità: abbiamo prodotti che rappresentano il nostro territorio ma anche diverse proposte che soddisfano le varie tipologie di gusto. Per il mercato estero abbiamo lavorato molto negli anni raccontando queste caratteristiche che ci contraddistinguono. Quest’anno abbiamo deciso di fare un importante investimento sul mercato italiano lanciando una campagna che partirà da settembre e che coinvolgerà due prodotti rappresentativi della nostra tradizione, Gli Spaghi Ortrugo e Gutturnio de Il Poggiarello.
Stiamo sviluppando nuovi accordi aprendo nuovi mercati e non ci fermiamo davanti alle tante opportunità da cogliere.
Fonte: L’Economia de Il Corriere della Sera – annadimartino.it

 

Leave a Comment