fbpx
  • SEZIONI
porteaperte2

porteaperte2Si è svolto venerdì 10 luglio, il workshop organizzato dal Gruppo Samo Industries a Bonavigo, ideato inizialmente per gli imprenditori e gli amministratori pubblici della Pianura Veronese, ma che ha raggruppato un centinaio di presenze interessate agli argomenti proposti.

Samo, azienda leader nel mondo dell’arredobagno, ha ospitato nel proprio stabilimento l’importante tavola rotonda “Porte aperte al territorio”, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Bonavigo e di Verona, con l’obiettivo di instaurare un dialogo costante e costruttivo tra gli esponenti del mondo imprenditoriale e quello dell’amministrazione pubblica.

Tre sono state le tematiche affrontate: l’ottimizzazione della burocrazia per non perdere il controllo del territorio, le infrastrutture necessarie alla crescita e allo sviluppo di start-up.

Obiettivo di questa iniziativa, fortemente voluta nella zona della Pianura Veronese da Diana Venturato, nel Cda del Gruppo Samo Industries ed Ermanno Gobbi, Sindaco di Bonavigo, è l’esigenza di un confronto su fatti concreti con la presentazione di spunti costruttivi e possibilità di interazione.

“Le imprese non si rapportano con i rappresentanti della pubblica amministrazione solo in campagna elettorale, ma quotidianamente. L’ampia affluenza a questo evento privato è un segnale di grande importanza per dare inizio a percorsi innovativi e diversi che diano spunto per la crescita e lo sviluppo delle realtà imprenditoriali. Non siamo qui per lamentarci, ma per offrire spunti di crescita al nostro territorio” ha affermato Diana Venturato.

Numerose ed autorevoli le testimonianze che sono state ascoltate, moderate dal dr. Alberto Aldegheri ex Presidente Apindustria Verona e Diana Venturato: Ermanno Gobbi, in qualità di Presidente dell’Unione dall’Adige al Fratta, Arturo Alberti, Presidente di Apindustria Verona, Fabio Venturi, neopresidente dell’azienda veronese AGSM, Giordano Riello, neopresidente del Gruppo Giovani Veneto Confindustria, Maurizio Dusi in qualità di presidente ESACOM e liquidatore del Consorzio Sviluppo Basso veronese, Claudio Valente, Presidente Coldiretti Verona, Alessandro Ferrari, Presidente di Verona Innovazione, Federico Furlani, delegato Confindustria per la Pianura Veronese, Clara Scapin, Sindaco del Comune di Legnago, Mario Minoja, vicepresidente associazione Itala – motore d’impresa, l’interior designer Elisabetta De Strobel, referente Ass. Assimp Verona e del progetto To Be Verona, Ignazio Scapin in rappresentanza dell’Associazione agricoltori.

A conclusione degli interventi, il Sindaco di Verona Flavio Tosi, si è complimentato con i partecipanti e si è soffermato in modo particolare sull’aspetto negativo della burocrazia, attraverso esempi concreti come la non presa di responsabilità di funzionari regionali su progetti di competenza (Polo Fieristico Veronese) e le complicazioni dovute alla legge Bassanini, applicata dopo Tangentopoli.

Un evento ricco di spunti che ha voluto sottolineare il valore delle imprese del territorio ed il coinvolgimento in un’ottica di rete in crescita delle forze presenti. L’innovazione crea il futuro dell’area ed è la sfida che ogni città deve affrontare per far emergere il proprio territorio.

Samo
Via Cav.Orvile Venturato,1
37040 Bonavigo (VR)
T.0442 73018
samo@samo.it
www.samo.it

Press office
Terzomillennium  – Elisa Andreatta
elisa@terzomillennium.net
T.045 6050601

Leave a Comment