• SEZIONI
gusto1472 – Copia

Nella sua sede di Sesto, Alto Adige, Gustoalpin produce da oltre 30 anni surgelati per il mercato locale. Nel cuore delle Dolomiti, la famiglia Tavernaro produce una pasta fresca fatta di materie prime locali accuratamente selezionate, ma anche dell’aria pura e dell’acqua cristallina delle Dolomiti di Sesto. Nel rispetto assoluto di rigorose norme igieniche e con l’impiego delle tecnologie più moderne, produciamo specialità altoatesine, in cui qualità e gusto si sposano perfettamente.

Le origini della nostra azienda a conduzione familiare, creata nel 1977, sono radicate nel settore gastronomia. Una crescita costante e una continua evoluzione della nostra gamma di prodotti sono i tratti distintivi della storia della nostra azienda, giunta oggi alla seconda generazione.

Siamo orgogliosi dei nostri collaboratori, del loro impegno e della loro dedizione, un contributo prezioso per una cultura gastronomica consapevole delle proprie tradizioni.

La qualità costante dei nostri prodotti, come le mezzelune ripiene di spinaci e ricotta, i canederli o gli gnocchi di patate, sono il nostro obiettivo comune. È così che viziamo gli abitanti del luogo e i turisti che conoscono e vogliono gustare la cucina tipica dell’Alto Adige.

 

Gustoalpin
Gustoalpin

Alla Lanterna Verde a Sesto c’è tutto il necessario per una vacanza per lasciarsi andare, rilassarsi e deliziare cuore e palato con vere specialità gastronomiche.

Tutto questo mentre si è avvolti dalla magia delle Dolomiti, praticando piacevoli attività all’aria aperta e il tutto condito dal comfort di una camera accogliente o di un appartamento perfettamente attrezzati.

Nel cuore del pittoresco paesaggio alpino delle Dolomiti di Sesto gli ospiti si lasciano viziare con le prelibatezze del nostro ristorante, che offre oltre a specialità tirolesi anche la pasta fatta in casa GUSTOALPIN.

la ricetta:

Le mezzelune con ricotta e spinaci – o meglio – “CASUNZIEÌ” sono una specialità dell’Alto Adige, con tanti ripieni diversi. Questi Casunziei si mangiano molto volentieri nelle valli delle Dolomiti.

Per 4 persone Pasta 150 g di farina di segale 100 g di farina di frumento 1 uovo 50-60 ml di acqua tiepida 1 C di olio sale Ripieno 150 g di spinaci bolliti (circa 300 g di spinaci freschi) 50 g di cipolle tritate fini 1/2 spicchio d’aglio 1 C di burro, 100 g di ricotta 1 C di formaggio grana 1 C di erba cipollina 1 puntina di noce moscata Pepe appena macinato sale Altro Formaggio grana grattugiato, burro fuso Erba cipollina tritata fina Pasta: mescolare le due farine, disporle a fontana sulla superficie di lavoro, salarle e praticarvi una buca al centro; versarvi un composto ottenuto mescolando l’uovo, l’acqua tiepida e l’olio ed impastare il tutto fino ad ottenere una massa omogenea.

Coprire l’impasto e far riposare per 30 minuti. Ripieno: tritare finemente gli spinaci, rosolare la cipolla e l’aglio nel burro. Unire gli spinaci e poi abbassare la fiamma. Aggiungere la ricotta, il parmigiano e l’erba cipollina, insaporire con noce moscata, sale, pepe e mescolare bene. Stendere la pasta e ricavare una sfoglia sottile. Lavorare la pasta il più velocemente possibile, in modo che non si secchi.

Con una formina rotonda e liscia ritagliare dei dischi di pasta del diametro di 7 cm. Con l’aiuto di un cucchiaio o di una tasca per pasticcieri disporre il ripieno a mucchietti al centro di ogni dischetto. Bagnare il bordo con dell’acqua e piegare i dischetti a metà creando in questo modo delle piccole mezzelune.

Premere i bordi con le dita. Completamento: cuocere gli Schlutzkrapfen in acqua salata e disporli sui piatti. Cospargere di formaggio grana e servire con burro fuso ed erba cipollina. Tempo di cottura: 3-4 minuti

www.gruenelaterne.it

www.gustoalpin.it

 

Leave a Comment

Iscriviti alla newsletter