• SEZIONI
Vito DellAquila_design-me

Mesagne è un paese piccolo, ma ricco di artisti e giovani talenti tutti da scoprire.

Oggi noi di Design Me vogliamo farvi conoscere Vito Dell’Aquila, un giovanissimo e talentuoso Taekwondoka mesagnese in lizza per le qualificazioni alle Olimpiadi di Tokio 2020.

Classe 2000, ha iniziato a praticare Taekwondo a otto anni, quando il padre appassionato di arti marziali lo portò per la prima volta in palestra.

Non una palestra qualsiasi, ma la New Marzial Mesagne, una delle società sportive più rinomate in Italia e la prima ad aver portato la disciplina del Taekwondo nel nostro paese, grazie alla passione e al lavoro del maestro Roberto Baglivo.

Proprio con lui Vito ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo di questa affascinante disciplina orientale e da lì non si è più fermato.

Grazie al duro lavoro i successi non sono tardati ad arrivare. La prima vittoria di Vito risale al 2014, quando vinse i mondiali cadetti a Baku, in Azerbaijan. Ma non fu l’unica: dopo questo risultato il giovane mesagnese ha vinto due europei junior, un europeo U21, un bronzo mondiale senior nel 2017 in Corea, un bronzo europeo senior nel 2018 e due bronzi ai Grand Prix del 2018.

Adesso Vito ha 18 anni ed è stato arruolato nell’Arma, entrando a far parte del centro sportivo dei Carabinieri. La sua vita si divide tra Mesagne, dove vive attualmente, e Roma, dove va spesso per raduni nazionali e per fare il corso dei carabinieri.

Quando chiediamo a Vito di parlare della sua Mesagne ci troviamo di fronte un ragazzo profondamente legato alla sua terra e alle sue origini.

“Roma è una città che mi piace tantissimo, non solo perché artisticamente bellissima ma anche e soprattutto perché è una città molto attiva in cui la gente è davvero amichevole e disponibile. Il dialetto romano poi mi piace un sacco. Ma Mesagne è la mia città natale. È stata davvero una fortuna nascere qui, muovere i primi passi presso la palestra del maestro Baglivo e grazie a ciò ottenere i risultati che ho ottenuto. Mesagne è solo un paese, ma vanta numeri che non sono presenti nelle altre città, in ambito sportivo e non solo.”

Una Mesagne di cui ama particolarmente la villa, il parco Potì, l’ex scuola media Marconi dove passa la maggior parte del suo tempo e in cui potete incontrarlo il sabato sera passeggiando tra le viette del famoso centro storico a forma di cuore.

Non possiamo che augurare il meglio a questo giovane talento, sperando che il suo obiettivo di qualificarsi e vincere a Tokyo diventi realtà, per poter regalare una grande gioia a tutta Italia, a Mesagne, ai suoi maestri e a tutti quelli che lo hanno sostenuto, mesagnesi per primi.

Se volete saperne di più su Mesagne, sui suoi talenti e le sue storie seguite i canali Instagram @visitmesagnecuordisalento e Facebook Visit Mesagne

Leave a Comment