• SEZIONI
hellodi

Hellodì, la giovanissima start up specializzata in social ed influencer marketing fondata da Francesco Ferrari e Alex Ballato ha appena inaugurato i suoi nuovi uffici a Milano in viale Liguria. Uno spazio “open” di design pensato anche anche per il coworking. Ben seicento metri quadrati di “Digital Lab” per accogliere gli influencers e le aziende. Ed uno spazio per il coworking riservato alle società del mondo della comunicazione digitale, per ospitare press day, eventi promozionali, riunioni per agenzie di comunicazione etc…

Un sofisticato progetto architettonico a firma degli architetti Valentina Trezzi e Walter Zizzari che nel disegnare gli spazi hanno dato priorità ai concetti di “luce e flessibilità”, proprio nel senso dell’interpretazione di un luogo aperto alle sinergie, alle contaminazioni, alla fluidità di un contesto professionale “open a 360gradi”. Un luogo dinamico in cui si respirano fermento ed effervescenza di nuovi business digitali. Decisamente il posto giusto per fare networking virtuoso.

Gli spazi Hellodi si si compongono dunque, di due grandi sale riunioni con vetrate all’ingresso che possono trasformarsi in un’unica grande location per eventi come corsi formativi e meeting anche fino a trenta persone. Gli spazi sono appunto “fluidi”, ovvero “mobili” grazie ad una parete vetrata impacchettabile di circa cinque metri che all’occorrenza può aprirsi completamente.
Tre grandi uffici open-space con protagonisti 10 grandi tavoli di lavoro – dal design minimal contemporaneo – progettati dallo studio Mandalaki, ciascuno dei quali è in grado di ospitare anche fino ad otto postazioni operative.
Protagonista assoluta la luce, attraverso la scelta di pannelli LED a soffitto di luce bianca che intende riproporre la luce naturale per rendere l’ambiente di lavoro più confortevole. Suggestivo nel corridoio, un profilo da incasso per strip LED centrale che disegna il percorso fino alla sala audio-video.
La Sala Relax è stata pensata dagli architetti come un luogo di attesa, di ristorazione, di gioco e di riposo. Nella logica molto dinamica di un luogo di lavoro che si nutre di idee non convenzionali che escono appunto da schemi preconcetti per trovare mercati inediti e nuove possibilità di comunicazione. Una Sala Relax che ci piace definire “simposio contemporaneo”, dove i tavoli da pranzo sono disposti per la lunga a creare una grande tavolata conviviale per lo scambio di idee, o meglio quello che Ferrari chiama il networking.

Leave a Comment

Iscriviti alla newsletter