fbpx
  • SEZIONI
San Valentino Tenderly

San Valentino TenderlyL’arte dell’accoglienza e della tavola impone una cura particolare del dettaglio e la capacità di interpretare e accontentare i desideri dei propri ospiti. Lo sa bene Tenderly, il famoso marchio di prodotti per l’uso domestico di Lucart Group, che alle occasioni speciali ha dedicato la linea di tovaglioli “Tenderly Duo Prestige”, in versione bianca, colorata e decorata.

Per conoscere i fondamenti dell’arte del ricevere e di una tavola perfetta e prepararsi a festeggiare San Valentino, Tenderly è andato a lezione dalla Wedding Designer&Planner Cristina di Giovanna, che insieme al suo team di esperti del laboratorio creativo “Le jour du oui” ha stilato una breve guida per sancire con stile ed eleganza il menù per la festa degli innamorati.

  1. Atmosfera: ancora prima dell’apparecchiatura e di un buon menù, la cosa a cui prestare molta attenzione è l’atmosfera che si va a creare, punto di partenza fondamentale che può determinare la buona o la cattiva riuscita dell’invito. Per una cena romantica l’ambiente deve essere gradevole, accogliente, magari costruito con l’aiuto di un bel camino acceso oppure con la luce di molte candele
  2. Mise-en-place: per mantenere un profilo elegante bisogna fare attenzione alla mise en place, la tendenza è informale, per non fare sentire a disagio il proprio ospite, ma curata in ogni particolare.
  3. Tovagliato: il colore del tovagliato, che deve essere stirato alla perfezione, è il total white o nuance molto naturali come l’avorio, il crema o l’ecrù.
  4. Mai più senza: importante è la scelta degli accessori giusti, non devono mancare sottopiatti e posate in argento, magari ereditati dalla nonna, d’ ispirazione vintage.
  5. Piatti: per dare un tocco retrò prezioso ma senza pretese, i  piatti devono essere rigorosamente bianchi, molto grandi e decorati con il monogramma (non serve che sia quello di famiglia!) per far risaltare le portate che preparerete.
  6. Bicchieri: per dare un tocco vivace alla tavola si può osare con dei bicchieri colorati e di diverse misure. Ovviamente è indispensabile mettere a disposizione un tumber per l’acqua e un bicchiere con gambo da vino rosso.
  7. Bevande: un tocco di classe potrebbe essere aggiunto con
    delle caraffe in vetro per le bevande, acqua e vino, alle quali accostare a fine pasto una caraffa di acqua agrumata con scorzette di arancia e fettine di lime, rinfrescante e digestiva.
  8. Centrotavola: per impreziosire la tavola i fiori sono una parte importantissima, devono essere di stagione e discreti, per non dare troppo fastidio mentre si mangia. Un’idea per regalare un fresco benvenuto al vostro ospite potrebbe essere quella di legarli ai tovaglioli con semplici fili di cotone o spago.
  9. Cibo: infine il menù deve essere bilanciato, composto da ricette molto semplici ma realizzare con ingredienti di qualità.

I consigli sono disponibili sulla pagina Facebook https://it-it.facebook.com/tenderly.official

 

 

Lucart Group

Lucart Group, gruppo  multinazionale a capo del quale si trova Lucart spa, azienda nata in provincia di Lucca nel 1953, è tra i principali produttori a livello europeo di carte monolucide e prodotti tissue (intendendo per tissue gli articoli in carta destinati al consumo quotidiano come carta igienica, carta per cucina, tovaglioli, tovaglie, fazzoletti etc.). Gli oltre 60 anni di esperienza hanno permesso all’azienda di sviluppare il know-how, l’esperienza e la tecnologia necessari per realizzare prodotti di qualità in grado di rispondere al meglio alle esigenze della clientela. Gli impianti produttivi nei vari stabilimenti del Gruppo consentono di realizzare un’ampia gamma di prodotti avendo il controllo su tutte le fasi del processo produttivo, dalla scelta delle materie prime alla definizione delle caratteristiche del prodotto finito. La capacità produttiva di carta di Lucart Group è superiore a 340.000 tonnellate/anno, ripartita su 11 macchine continue (di cui una per carta airlaid) e 59 linee di converting. Le attività produttive dell’azienda sono distribuite su 3 Business Unit (Business to Business, Professional e Consumer), impegnate nello sviluppo e nella vendita di diversi brand tra cui Tenderly, Tutto, Grazie Natural Lucart e Smile (area Consumer), Lucart Professional, Tenderly Professional, Fato, Velo e Hygenius (area Professional) ed includono prodotti nati per soddisfare le esigenze di diverse tipologie di utenza, dalla grande impresa al consumatore finale. Il fatturato consolidato è di circa 450 milioni di euro e le persone impiegate sono circa 1.400, 7 gli stabilimenti produttivi (5 in Italia e 2 in Francia) con una superficie totale superiore ad un milione di m2. Lo stabilimento di Diecimo (Lucca) è uno dei più grandi stabilimenti europei dedicati alla produzione e trasformazione di carta tissue.Lucart rappresenta da sempre una realtà fortemente orientata all’innovazione ad esempio è stata la prima azienda italiana ad aver sviluppato la tecnica della disinchiostrazione dei maceri per la produzione di carta tissue e monolucida sottile per imballaggi flessibili. Abbiamo sviluppato il primo impianto in Italia in grado di recuperare le fibre di cellulosa presenti nei contenitori Tetra Pak, un progetto eco-rivoluzionario che ci ha permesso di ottenere una carta di ottima qualità nel pieno rispetto dell’ambiente. La qualità dei prodotti ed il rispetto dell’ambiente sono da sempre alla base delle nostre scelte strategiche, ne sono esempio le varie certificazioni conseguite come Ecolabel (siamo stati la prima azienda italiana del settore tissue), PEFCTM, FSC®, UNI EN ISO 9001 e 14001 ecc… Lo stabilimento di Diecimo rappresenta una delle prime strutture industriali integrate a livello europeo per la produzione di carta tissue (cartiera e converting nello stesso sito) ad aver ottenuto la registrazione ambientale EMAS. 

Leave a Comment