fbpx
  • SEZIONI
Leaves collage_1

Tra i numerosi espositori che hanno affollato il Temporary Museum del Superstudiopiù di via Tortona, vogliamo segnalare oggi l’interessante spazio curato dalla Gispen, una delle più importanti e note aziende di arredamento d’Olanda.

Tradizionalmente orientata verso l’arredamento professionale, in occasione del Salone del Mobile 2013, Gispen ha leggermente spostato il suo focus, lanciando una nuova collezione per il mercato domestico, rivestendo il triplice ruolo di progettista, produttore e fornitore.

E il risultato, occorre ammettere, è stato sorprendente.

Una serie di progetti esplicitamente concepiti sotto il motto “giocare con la tradizione”, uniti tra loro dall’attenta supervisione del direttore creativo Richard Hutten e nati dalla penna di designer del calibro di Maarten Baas, Michael Young, James Irvine, Claesson Koivisto Rune, Jan Plechac e altri.

Il fatto che molte opere Gispen siano esposte in numerosi musei di tutto il mondo costituisce già un importante riconoscimento di qualità.

Abbiamo avuto modo di ammirare, per esempio, la coppia TST, divano e poltrona, del designer Michael Young. I suoi progetti dalle forme giocose si distinguono per la loro perfezione tecnica, e questa coppia, con le sue linee morbide e ondulate, s’inserisce perfettamente nella sua cifra stilistica.

Molto interessante anche Hold On di Xavier Lust: una serie di moduli in acciaio laccato che possono diventare, a seconda delle loro dimensioni, superfici di lavoro, consolle o scaffali, e che risultano facilmente applicabili su qualsiasi tipo di parete grazie ai loro supporti verticali, e una nuova linea di accessori in acciaio di Robert Bronwasser: Contour & Merge.

Ma a farla da padrone è l’opera di Richard Hutten, direttore creativo di Gispen, considerato a livello internazionale come uno dei più importanti designer moderni.

Hutten ha proposto una bellissima serie di calici in vetro, la collezione Longdrink, oltre al tavolino e alla lampada Fotomuseum, appositamente progettati per l’arredo del Fotomuseum di Rotterdam, ma anche nuovi e affascinanti progetti nel campo del lighting.

La sua Thunderball è una lampada a sospensione che nasce piatta, e presuppone l’idea che la si possa modellare plasmandola nella sua forma definitiva, in un modo assolutamente personale. Un modo divertente e creativo per progettare la propria luce.

Slingerlamp, invece, evoca le sensazioni di spensieratezza di un party o di una cena a casa o al ristorante. Realizzata utilizzando le più recenti tecnologie di taglio laser, Slingerlamp è disponibile in vari colori, e raggiunge a pieno l’obiettivo di realizzare una lampada che non blocchi la luce della lampadina, ma allo stesso tempo crei atmosfera attraverso forme fluide e non convenzionali.

Presso lo stand, infine, è stato presentato un innovativo progetto realizzato dall’azienda Dydell, in collaborazione con le principali etichette del design olandese, Quasar Holland e, appunto, Gispen.

Si tratta di un concetto unico di luce a led, strettamente collegato con le lampade Thunderball e Slingerlamps.

Tutte le lampadine a led possono essere gestite centralmente tramite una connessione Wi-Fi, in combinazione con un’applicazione per smartphone dedicata.

L’idea innovativa parte da un’elegante e resistente lampadina a led dalla lunga durata e dalla grande luminosità: dall’applicazione Dydell si possono facilmente attivare tutti i tipi di impostazioni delle preferenze.

È, ad esempio, possibile ridurre la luminosità della lampada tra il 100% e l’1%, o ancora, attraverso i colori composti e la cromoterapia non ci si limita a scegliere un colore, ma si vivono vere e proprie “esperienze” di colore: l’opzione “piena concentrazione” diffonde una soffusa luce gialla e fa da piacevole sottofondo durante la lettura; quella “vitamina z” fornisce energia nei giorni più difficili…

Tutti i nuovi colori, gli aggiornamenti e le ultime funzionalità della lampada possono essere scaricati dal server di Dydell, in continuo aggiornamento.

Dydell strizza l’occhio anche alla sostenibilità e all’attenzione per il risparmio energetico.

Con l’opzione “consumo energetico” è infatti possibile – in modo continuo e in tempo reale –monitorare il consumo energetico direttamente sul display del nostro smartphone.

Insomma, un altro tassello all’obiettivo dichiarato della filosofia Gispen, che è quello di massimizzare il benessere umano e ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Con l’aiuto dei suoi valori fondamentali – sostenibilità, innovazione, ispirazione – Gispen crea ambienti in cui le persone possano sentirsi davvero se stesse.

Gispen_Home_collection_Milano_2013

 

Leave a Comment