fbpx
  • SEZIONI
28_posti

In occasione della design week 2018, il ristorante 28 Posti presenta una capsule collection nata un po’ per caso tra i proprietari del ristorante, lo chef Marco Ambrosino e il designer Odo Fioravanti.

Un processo creativo a due che si incontra/scontra e tra cui nasce subito affinità: Marco, chef atipico ed estroso che progetta e disegna su carta i suoi piatti prima di realizzarli per 28 Posti e Odo, industrial designer che realizza prototipi di nuovi oggetti come se li cucinasse.

Il loro è un feeling particolare, cucina e design ancora insieme, e prende forma attraverso in una capsule collection di un percorso culinario, che parte dal duplice significato della parola “piatto”: l’oggetto tradizionalmente di ceramica su cui viene servito il cibo e per estensione anche la pietanza che sul piatto trova posto.

Una serie di “piatti-ricette” quindi, in cui la ricetta prende forma dal piatto e il piatto prende forma dalla ricetta.

Un gioco tra i due protagonisti che rende i dispositivi funzionali e divertenti, abbinati a 6 portate, dall’antipasto al dolce, un percorso che diventa per i commensali un’esperienza tangibile da provare tutti i giorni dal 17 al 22 aprile a pranzo o cena da 28 Posti.

Il menù della design week:

– Climax: macaron d’acciughe; soncino miso e funghi; melone invernale e erbe in conserva

– Imbuto: sgombro, dragoncello, fragole sott’aceto, aglio nero

– Ready made di pasta al pomodoro: spaghetti, conserva di lamponi, perilla, yogurt fermentato

– Specchioriflesso: diaframma, fave, erbe; cefalo in carpione di sedano

– Pre-dessert con suggerimento: shiso, sale e olio all’alloro

– Piatto vuoto: yogurt, finocchio, sambuco

– Piccola pasticceria a stendere

 

 

Leave a Comment