fbpx
  • SEZIONI
Eco museo del Chianti

Sette centri espositivi dell’area delle Crete senese aprono le loro porte per un open day che vuole far conoscere i nuovi servizi culturali pensati per il turismo e lo sviluppo del territorio

Eco museo del ChiantiMusei e imprese: istruzioni per l’uso. Venerdì 28 marzo, sette centri espositivi dell’area delle Crete senesi rivelano i loro tesori in un open day che oltre a mostrare il loro patrimonio si pone l’obiettivo di costruire un nuovo sistema di collaborazione con cittadini e operatori economici.

Per l’intera giornata sette spazi culturali saranno gratuitamente aperti ai cittadini e alle imprese per raccontare quello che i musei possono fare per il territorio, le attività produttive, le comunità residenti e il turismo.

 “L’operazione open day – osserva Luigi Maria Di Corato, direttore della Fondazione Musei Senesi – non rappresenta una forma di promozione fine a se stessa. Si tratta del primo passo di un progetto ambizioso, che intende legare offerta culturale e strutture ricettive per l’attivazione di una collaborazione inedita, in cui la cultura diventa occasione di sviluppo economico e di occupazione.

Un momento in cui i musei non chiedono sostegno o attenzione, ma propongono servizi e collaborazione alle imprese turistiche di ogni livello, attive sul territorio e che, attraverso una migliore integrazione tra la loro offerta ed il patrimonio culturale, possono offrire servizi nuovi e più competitivi ai loro clienti sia effettivi che potenziali”.

Partner dell’operazione, oltre alle amministrazioni comunali di Asciano, Buonconvento, Rapolano, San Giovanni, Murlo e la Fondazione Musei Senesi, sono i brand Vacanze Senesi e Booking Siena (che fanno riferimento al tour operator Il Mangia Viaggi), la Cooperativa Lago d’arte, che garantisce la gestione d’area dei musei coinvolti e la Società Origo che punta alla sinergia tra istituzioni pubbliche e aziende private, oltre a Tiemme – Toscana Mobilità SPA che metterà a disposizione i mezzi per il tour.

“Non si tratta – aggiunge Di Corato – di organizzare un’offerta turistica tradizionale. Piuttosto l’idea è di proporre esperienze autentiche attraverso laboratori, degustazioni, corsi, in modo da rendere il patrimonio culturale un elemento attivo e capace di entrare nella catena del valore dei cittadini”.

La selezione di luoghi autentici della ricettività e della ristorazione, la possibilità di affrontare ulteriori esperienze nelle aziende, completerà così un’offerta in grado di rispondere a precise passioni o, semplicemente, in grado di dare il senso e la motivazione a un viaggio.

I musei che partecipano all’open day sono il Museo Civico Archeologico e d’Arta Sacra di Palazzo Corboli e il Museo Cassioli di Asciano; il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia e il Museo della Mezzadria Senese di Buonconvento; l’Antiquarium di Poggio Civitate di Murlo; il Museo del Tartufo di San Giovanni d’Asso e il Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio di Serre di Rapolano (Rapolano Terme).

L’orario di apertura è dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Per info tel. 0577 705055.

Per favorire la partecipazione all’open day, sono stati organizzati due pullman con itinerari inversi, uno direzione Via Cassia e l’altro direzione Strada Statale 73, ambedue con partenza da Siena alle ore 9.00 in Piazza Gramsci (lato NH Excelsior). 

Il servizio navetta ha un costo pari ad 10 euro a persona (5 euro per i bambini sotto i 14 anni accompagnati da 2 adulti) ed è usufruibile solo con prenotazione obbligatoria ai numeri sotto indicati entro e non oltre le ore 19.00 del 27 marzo (per un massimo di 50 persone a pullman). Per informazioni contattare Gruppo il Mangia (tel. 0577 284209 – int.1 oppure 0577 1657589 – dalle ore 9.00 alle ore 14.00)

Fondazione Musei Senesi tel. 0577 530164, www.museisenesi.org

 

Leave a Comment