fbpx
  • SEZIONI
Le Canottiere

Nasce a Milano presso l’Alzaia Naviglio Grande n.4, nella caratteristica e romantica Corte dei Pittori, Le Canottiere, un negozio, una casa calda accogliente pronta ad ospitare tutte le appassionate di shopping.

Lo spazio si presenta come un luogo in cui il gusto, la semplicità e il calore costituiscono le basi attraverso cui ritrovare i valori positivi della vecchia Milano e del Made in Italy; anche l’arredamento rigorosamente vintage e in vendita, come ogni oggetto presente a Le Canottiere, viene scelto con gusto e passione con l’obiettivo di far rivivere ciò che non ha ancora finito di raccontare la sua storia.

Le padrone di casa sono Barbara e Valentina, due amiche, due costumiste, due amanti delle cose belle, che hanno deciso con gran coraggio di rimettersi in gioco e di ricostruire il loro presente attraverso la realizzazione di un sogno: la creazione di uno spazio che possa raccontare di tutte quelle persone che, per passione o per lavoro, creano abbigliamento, accessori, piccoli gioielli, arredamento, oggettistica, ma le cui creazioni difficilmente trovano spazio in quei freddi e impersonali negozi tipici di Milano.

Le Canottiere non è solo un negozio, ma un luogo in cui ci si possa sentire a casa, un luogo in cui fare acquisti per se stessi e i propri cari, un negozio attento a tutti coloro che ricercano nei prodotti un valore aggiunto che vada oltre quello della sua utilità primaria. La piacevolezza del momento dell’acquisto stesso, il sostegno a iniziative e cause che agiscano nel sociale e nella cura per l’ambiente, le garanzie sulla provenienza e la filiera a monte dei prodotti, unite alla volontà di ristabilire un contatto umano tra utente e negoziante, costituiscono i fattori principali su cui Barbare e Valentina puntano.

Ogni creazione esposta a Le Canottiere racconta di persone che con coraggio hanno dato ascolto alle loro passioni, ai legami familiari e molto altro, riuscendo in questo modo a dare una svolta alla loro vita.

Basterà chiedere a Valentina e Barbara, che mettono al primo posto i rapporti con i loro fornitori e i loro clienti, per conoscere meglio la storia delle FeM Paglia, un marchio di abbigliamento, nato dall’unione di tre sorelle, che punta sull’ artigianalità del fare e del riuso basato sull’utilizzo di scampoli di fine serie di grandi industrie tessili del nord Italia;  MV% Ceramics Design, brand nato dall’estro di Mariavera Chiari, architetto e ceramista, che con le sue creazioni, esposte anche in Triennale e vendute in tutto il mondo, ha supportato la nascita di Le Canottiere, così come Giulietta di White Rabbit Couture,  che veste il mondo con forme morbide, colori accesi e dettagli sfiziosi in una piacevole immersione nel pop anni ’90, evocando il mondo dei cartoons, della musica, del cinema attraverso i capi più svariati.

I nomi, i brand e le storie da raccontare sono tantissime, insieme al clima di novità che si respira a Le Canottiere, dove nulla è dato per scontato e dove ogni settimana sarà possibile rimanere sorpresi dai nuovi arrivi: è proprio qui che potrete trovare Reves, il quaderno dei sogni, un piccolo progetto indipendente che non si avvale di editori o distributori, e cerca di diffondere e condividere l’idea di un prodotto spontaneo, fatto con passione e da trasmettere a persone che ancora sanno vivere di cose semplici, sogni e voglia di realizzarli.

E tra cover per I-Phone e altre creazioni tutte rigorosamente in legno di Wood’d, gli anelli materici di Oblio, orecchini di pietre dure, gli orti pensili di 13Ricrea,  i mobili e le lampade in cartone di Studio Cut, la pelletteria fiorentina di Bia borse Lavorazione artigianale Made in Vicchio, sarà possibile perdersi in un piccolo mondo costituito da forme, colori e artigianalità.

Non mancano poi oggetti e progetti a sostegno di buone cause: a Le Canottiere sarà infatti possibile sostenere, Amani,  organizzazione non governativa che si impegna a favore delle popolazioni africane con particolare attenzione alla cura e istruzione dei bambini del Kenya e dello Zambia, e GisGis, progetto per lo sviluppo e la valorizzazione della produttività artigianale femminile in Senegal, promosso dall’Associazione Sunugal.

Le Canottiere è infatti tutto questo: desiderio di trasmettere il concetto di “consumo critico”, unitamente a quello di ospitalità, calore, qualità, innovazione ed eticità, attraverso la vendita di beni di uso quotidiano in un lasso di tempo legato all’acquisto, che possa essere piacevole per tutti e cinque i sensi.

LE CANOTTIERE – IL SIGNIFICATO

Chi durante l’infanzia non ha dovuto affrontare il dramma della classica canottiera di lana bianca?

“Mettiti la canottiera che altrimenti ti raffreddi”, questo era il mantra che per decenni mamme e nonne di tutto il mondo hanno ripetuto ai loro cari.

Un indumento che tanto abbiamo detestato tra pruriti e discussioni, ma che ci ricorda la calde attenzioni familiari e quell’intimità tipica delle cose semplici, pure e di cuore.

Unisci a questi ricordi la presenza dell’acqua, elemento vitale e materno per eccellenza, la storia che il Naviglio porta con sé, la vicinanza ai tre storici centri sportivi Canottieri Milano, Canottieri S. Cristoforo e Canottieri Olona, declina al femminile la forte impronta maschile di questi ultimi tre e comprendi il gioco di parole su cui il nome “Le canottiere” si basa.

LE PADRONE DI CASA SI RACCONTANO 

VALENTINA

Nasco nel 1982 da una mamma francese e un papà milanese architetto e con loro una sorella maggiore che mi aspettava. Fin da piccola ho voluto seguire la mia indole artistica e creativa, che negli anni si è posta come linea guida in ogni mia scelta. Ho studiato al liceo artistico, mi sono poi diplomata in Fashion Design e in seguito laureata in Costume per lo Spettacolo sotto Lettere e Filosofia all’Università Statale di Firenze dando inizio alla mia carriera di costumista per cinema, pubblicità, televisione e teatro. Questa professione mi ha insegnato a non smettere mai di cercare nuove soluzioni sia sul piano creativo che su quello pratico, approfondendo e non smettendo mai di studiare, cercare nuovi stimoli e soprattutto cercando di vedere nelle difficoltà non tanto degli ostacoli quanto delle opportunità da sfruttare con astuzia, lungimiranza e un pizzico di audacia.

Nutro per Milano un amore risbocciato a seguito dei quattro anni in cui non vi ho vissuto. Ho riscoperto tesori e valori nascosti della mia città e dei milanesi – doc o adottivi che siano – che la routine quotidiana dei miei primi ventitré anni vissuti lì mi aveva fatto perdere di vista. Da allora ho deciso che avrei, nel mio piccolo, cercato di farmi portatrice del buono di Milano e dei Milanesi. Eccomi dunque a cercare di diventare parte attiva di questa “bellezza nascosta”. La necessità di un lavoro stabile e di unire le mie passioni con i miei princìpi, ha preso dunque lentamente forma nella voglia di aprire un negozio in cui i prodotti siano schietti, sinceri e possano raccontare una storia a lieto fine (contrastando storie di sfruttamento minorile, femminile, prodotti tossici o che non rispettino l’ambiente,..) e in cui il tempo trascorso all’interno sia altrettanto di qualità così come può esserlo quello trascorso in una tranquilla serata casa di amici. Spontaneità, relax, sorrisi e leggerezza dell’anima sono i messaggi di cui vorrei farmi portatrice attraverso il negozio, il mio rapporto con i clienti e l’accoglienza che questo posto può riservare a chiunque voglia entrarvi.

BARBARA

Appassionata di vintage, vado alla ricerca di pezzi di abbigliamento, lampadari, vecchie scatole e vassoi in latta, paracamini..insomma tutto il bello del recupero di cose vecchie ma che non hanno ancora finito di raccontare la loro storia!

 Adoro il mare e di contro anche la montagna, mi piace viaggiare, gustarmi un bicchiere di buon vino in compagnia, perdermi per mercatini e respirare profumi e odori dei luoghi che visito viaggiando. Vorrei poter trasmettere tutto questo a“Le Canottiere” caratterizzando lo spazio con cura, amore e attenzione per i dettagli che fanno la differenza.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Ilaria Petrosillo | ilaria.petrosillo@gmail .com

Leave a Comment