fbpx
  • SEZIONI
Vendita legna da ardere

legna-da-ardere-436x250Il legno è una delle materie prime più preziose poiché naturalmente presente nel territorio ed essendo un prodotto naturale e rinnovabile produce decisamente meno scarti di quanto non facciano i combustibili fossili.

La vendita di legna da ardere in Emilia Romagna rappresenta infatti una realtà considerevole e a cui molte famiglie hanno deciso di fare affidamento per la convenienza, la qualità e gli ottimi risultati.

Tra la legna più apprezzata c’è sicuramente quella di olmo, un albero dalla corteccia dura e rugosa, la cui diffusione in Italia comprende le aree boschive fino ai 1.000 metri di altitudine.

I boschi di olmo sono quindi buone fonti di approvvigionamento per le aziende che si occupano del taglio e della vendita di legna da ardere, garantendo sempre una buona fornitura indispensabile per soddisfare le esigenze della clientela. L’olmo ha un buon potere calorifico perché come tutti i legni forti tiene bene la fiamma e brucia lentamente, durando più a lungo rispetto altri tipi di legna, e soprattutto non richiede particolari procedure per la fase della stagionatura, è sufficiente accatastare i tronchi, più o meno piccoli a seconda delle esigenze, al riparo dalle intemperie e garantire una buona areazione per ottenere un’ottima legna secca che non lascia andare scintille o fumo una volta utilizzata per la combustione.

Esistono diverse specie di olmo, quelle presenti a certe altitudini in Emilia Romagna è principalmente l’olmo campestre, diffuso spontaneamente nelle regioni collinari, mentre l’altra specie presente nel territorio italiano è quella di olmo montano.

Negli ultimi anni la sua diffusione ha comunque subito un calo a causa di una malattia fungina, facilmente riconoscibile dal disseccamento della chioma, dall’afflosciamento dei rami giovani e dall’imbrunimento eccessivo della corteccia.

Non è ancora stata appurata una vera e propria cura ma considerato che non si tratta di una specie a rischio è sufficiente asportare le piante malate in modo che non contagino altre.

Leave a Comment