fbpx
  • SEZIONI
capelli-in-casa-web

Cambiare le proprie abitudini non è sempre facile, ma in questo periodo di lock-down, ci sono stati diversi cambiamenti, dal lavorare in casa al non vedere gli amici e i propri cari, tra cui anche l’impossibilità di affidarsi alle mani esperte del parrucchiere, sia che faccia parte delle abitudini “settimanali” sia che rappresenti un appuntamento saltuario.

Nessuno vieta di prendersi cura della propria capigliatura anche in casa, certo sarà difficile fare una “piega da parrucchiere”, ma AIDECO (Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia) suggerisce alcuni accorgimenti per prendersi cura dell’aspetto e della salute dei capelli, senza causare danni e magari rinfrescando il taglio e/o il colore, almeno fino a quando ci sarà permesso nuovamente di affidarci al parrucchiere di fiducia.

Massima attenzione se vogliamo “sperimentare” prodotti che non abbiamo mai usato in casa, come tinture e prodotti liscianti

La mancanza del parrucchiere si fa sentire soprattutto se si è soliti cambiare il colore naturale con una tintura per capelli. Molto spesso la necessità anche del semplice “ritocco” alla radice, può diventare un vero incubo. Ma se non è consuetudine tingersi i capelli “home made”, soprattutto la prima volta l’attenzione deve essere massima, sia nel seguire attentamente istruzioni d’uso e avvertenze riportate in tutte le confezioni di prodotto, sia nella scelta del colore che acquistiamo, consigliano gli esperti AIDECO. E’ meglio non testare un colore completamente diverso da quello preesistente, così da evitare di ritrovarsi con risultati “improbabili”: capelli tendenti al verde o al rosa sono, a meno che non fosse l’obiettivo che si voleva raggiungere, gli effetti di scelte sbagliate nella nuance, non tono su tono.

Qualora il desiderio fosse di sperimentare un “liscio perfetto”, volendo provare l’uso di prodotti liscianti a base di cheratina, le precauzioni devono essere ancora più importanti. Questo trattamento non è molto semplice da eseguire in casa perché prevede diversi passaggi da effettuare con attenzione, compreso l’uso di una piastra lisciante. Anche in questo caso, se proprio non si resiste all’idea di dover aspettare la riapertura del proprio parrucchiere, vanno selezionati prodotti di qualità e seguite molto attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’utilizzo. Il consiglio di AIDECO in questo caso è di pazientare e rivolgersi al proprio parrucchiere di fiducia quando sarà possibile.

Si ricorda infine che questi prodotti devono essere evitati da soggetti sensibilizzati ad alcuni dei loro componenti ed usati con cautela dalle persone predisposte all’insorgenza di allergie.

Reinventiamo il modo di acconciare i nostri capelli quando il taglio è ormai da rifare

Effettuare da soli un taglio di capelli non è semplice, al massimo possiamo “osare” accorciando la frangia con il vecchio sistema di attorcigliarla da bagnata nella sua lunghezza sulla fronte e fare un taglio netto con forbici ben affilate. Attenzione però a non esagerare nell’accorciarla, ricordando che una volta asciutta la lunghezza della frangia sarà inferiore che da bagnata. Allora è utile ricorrere in questo periodo a forme di “acconciatura” e raccoglimento dei capelli. Meglio affidarsi all’uso di fermagli ed elastici morbidi, seguire magari “tutorial” on line che suggeriscono procedure e modalità diverse secondo la lunghezza dei capelli e reinventiamo con allegria un nuovo modo di vivere la capigliatura.

Districhiamo i nostri capelli con delicatezza

Non bisogna comunque trascurare anche i gesti più semplici per mantenere la salute e il benessere dei capelli. Durante questo periodo si tende a toccare di più i capelli e quindi a “sporcarli”. Lavandoli più frequentemente, gli esperti AIDECO consigliano di usare dei prodotti di comprovata qualità e possibilmente specifici per la tipologia dei capelli e cuoio capelluto. È importante anche districare i capelli con delicatezza per evitare di spezzarli, oltre ad usare delle spazzole e dei pettini adatti, si consiglia l’applicazione di maschere e balsami, che creano una sorta di pellicola protettiva che facilita il passaggio della spazzola.

Favoriamo l’asciugatura al naturale

È opportuno, laddove possibile e specialmente con l’avvento della bella stagione, asciugare la capigliatura quanto più possibile in modo naturale. Dopo averli ben tamponati con un asciugamano, senza strofinarli per evitare di creare quell’antipatico effetto elettrostatico, si può usare il phon solo per qualche minuto (per togliere l’acqua in eccesso, evitando comunque di utilizzarlo con il calore eccessivo), lasciando poi terminare l’asciugatura all’aria o con l’uso di un diffusore a temperatura e ventilazione bassa. Altrimenti, che sia phon, piastra o arriccia-capelli, prima dell’asciugatura è molto utile applicare un prodotto che protegga i capelli dal calore, il cosiddetto “termoprotettore”: una volta applicato su tutta la lunghezza della fibra capillare protegge le cuticole dal calore, conferendo ai capelli anche maggiore luminosità e brillantezza.

Pochi e semplici accorgimenti per “sopravvivere” all’assenza del parrucchiere e comunque per mantenere i capelli ed il cuoio capelluto in salute e bellezza, per resistere fino a quando potremo finalmente riaffidarci alle mani di un esperto.

Leave a Comment