fbpx
  • SEZIONI
Scala_chiocciola-design

Se a portare design all’interno della vostra casa fosse… la scala?
Perchè no: la scala è un elemento architettonico imprescindibile in moltissimi edifici, dunque meglio realizzarla, quando possibile, con un tocco di classe e personalizzazione. In particolare, la scala che più si presta bene alle soluzioni ricercate è la scala a chiocciola: le sue curve e l’evoluzione a spirale verso l’alto la rendono già di per sè un elemento caratterizzante; se poi ci aggiungiamo un disegno ricercato, delle finiture originali e materiali di pregio, il gioco è fatto.

Di seguito vi presentiamo tutti i vantaggi dati dalle scale a chiocciola e le infinite possibilità di personalizzazione ad oggi presenti sul mercato.

Scale in legno, cemento, acciaio e non solo

Le scale a chiocciola hanno il vantaggio di poter essere realizzate in diversi materiali. I più usati? Senz’altro il legno, tradizionale e versatile, adatto a qualsiasi contesto e declinato nelle sue diverse essenze: dal rovere al faggio, fino ai più ricercati teak o noce, tanto per citarne qualcuno.
Tuttavia oggi la scelta dei materiali può cadere anche sul cemento, materiale tanto plastico quanto resistente, per un effetto moderno e assolutamente personalizzato; oppure sull’acciaio, materiale nuovissimo e brillante, che dona subito un effetto contemporaneo a qualsiasi interno e particolarmente adatto agli esterni.

Chi poi volesse davvero osare, può sbizzarrirsi nell’accostare tra loro i diversi materiali: cemento e legno, acciaio e legno, per non parlare della strepitosa accoppiata acciaio-vetro. Se infine i vari materiali sono pregiati e raffinati, si può concludere che quelle realizzate sono delle scale di pregio, da considerare come delle vere e proprie opere d’arte.

Scale di colori

Proprio così: qualsiasi colore può essere applicato alle scale a chiocciola, in ogni tonalità o gradazione. Per giocare con le “scale di colori” basta una sola regola: il buon gusto. Il resto è dato dalla personalizzazione e dalla capacità di osare di chi progetta la scala: via libera ad accostamenti inediti, sfumature dorate, tonalità neutre o scale di “bianchi”, l’importante è trovare il punto di colore più vicino alle proprie preferenze e adatto all’arredamento circostante.

Un consiglio? Non fatevi troppo prendere la mano: a volte troppo colore può attirare subito l’attenzione, ma a lungo andare potreste pentirvene. Optate piuttosto su tonalità tenue e chiare, che non stancano mai, e fatevi consigliare da un arredatore o dal vostro consulente di fiducia per una resa estetica ottimale.

Scala elicoidale o scala a chiocciola?

Se state per scegliere una scala a chiocciola per i vostri interni, la domanda che vi suggeriamo di porvi è: a chiocciola o elicoidale? Ebbene sì, tra le due le differenze ci sono, e ora vi spieghiamo quali. Innanzitutto la scala elicoidale può essere molto più grande nelle dimensioni rispetto ad una scala a chiocciola, il che la porta ad essere una tipologia di scala più imponente e sontuosa.

Se la scala a chiocciola infatti si arrotola su se stessa attorno ad un palo centrale, la scala elicoidale invece si avviluppa liberamente, condizione che le permette di poter usufruire di uno spazio maggiore nel suo percorso. Pertanto una scala a chiocciola, in quanto compatta, può essere installata su qualsiasi tipo di spazio, mentre la scala a chiocciola elicoidale necessita di metrature più ampie in cui poter essere installata.

Per concludere, la scala a chiocciola può essere un elemento architettonico non solo funzionale e necessario, ma anche esteticamente gradevole o addirittura di pregio. Per ottenere una scala così è utile farsi guidare da un costruttore esperto e abile, in grado di costruire una scala a chiocciola a misura del vostro ambiente e in sintonia con il vostro gusto: Rizzi Scale progetta ed installa scale a chiocciola di pregio da oltre 75 anni.

Leave a Comment