fbpx
  • SEZIONI
Siena Jazz 05

24 luglio, alle ore 21.30, appuntamento ad ingresso libero in piazza Duomo a Siena con una straordinaria esibizione che vede protagonisti Maurizio Giammarco, Achille Succi e Stefano Franceschini insieme a venticinque giovani promesse del jazz diretti da Roberto Spadoni

L’orchestra SJU apre i concerti che accompagnano i seminari internazionali di Siena Jazz

L’appuntamento è realizzato in collaborazione con il festival Siena and Stars

Siena Jazz 05Giovedì 24 luglio, alle ore 21,30, con un grande evento in Piazza Duomo a Siena ad ingresso libero si apre la stagione estiva dei concerti organizzati dalla Fondazione Siena Jazz.

Sul palco tutta la freschezza dei giovani della Siena Jazz University, la formidabile “SJU Jazz Orchestra” che si presenta con un organico imponente: 25 musicisti  che sono una selezione dei migliori corsisti che frequentano il Diploma Accademico triennale presso la Fondazione Siena Jazz.

La “SJU Jazz Orchestra” è diretta da Roberto Spadoni, (chitarrista, compositore, direttore di orchestra) è una delle figure più attive e dinamiche del panorama nazionale nell’ambito della produzione e della divulgazione del jazz.

Solisti ospiti saranno i sassofonisti  Achille Succi, Maurizio Giammarco e Stefano Franceschini.

In repertorio omaggi a grandi nomi della storia della musica: da Piazzolla a Monk, da Mussorgskj a Mulligan, fino a Mingus.

Un evento spettacolare come solo l’esibizione di una grande orchestra jazz può assicurare, per una serata realizzata in collaborazione con il festival “Siena and Star, che offrirà grandi emozioni .

È questo il miglior modo per inaugurare la 44ªedizione dei Seminari Internazionali: 31 i docenti internazionali – di cui 16 italiani e 15 stranieri – che si dedicheranno ai 105 allievi ammessi, dei quali oltre il 35% proviene dall’estero (sono rappresentati tutti e cinque i continenti). In programma 64 laboratori musicali, 2 lezioni al giorno di tecniche dell’improvvisazione applicate allo strumento, altrettante di musica d’insieme e, tra le novità, il corso di canto e un master speciale con Enrico Rava, riservato ad un massimo otto musicisti

Siena diventa crocevia dell’insegnamento, una sorta di camp estivo dove i giovani hanno la possibilità di studiare e suonare insieme nelle 26 aule completamente attrezzate con strumentazione musicale e informatica di prim’ordine e di esibirsi con i docenti in jam session e spettacoli che renderanno Siena “una città che suona”.

È l’inizio di un viaggio musicale che proseguirà fino al 7 agosto grazie alla collaborazione dell’Università di Siena e delle Società di Contrada, per un collaudato connubio fra il tessuto cittadino più autentico e la Fondazione Siena Jazz. Grandi scenari, a disposizione dei senesi e di tutti gli ospiti, per musiche ed interpreti straordinari.

Tutti i concerti nell’ambito dei Seminari Internazionali estivi sono a ingresso libero.

Per informazioni Fondazione Siena Jazz, tel. 0577 271401, www.sienajazz.it

Leave a Comment