fbpx
  • SEZIONI
identità golose

Il Centro Clinico NeMo (NeuroMuscolar Omnicentre) torna dal 3 al 5 marzo a Identità Golose 2018 per divulgare il progetto “Aggiungi un posto a tavola”, volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della disfagia e a raccogliere fondi per supportare i pazienti affetti da questo disturbo.

Il Centro Clinico NeMo è un Centro ad alta specializzazione residente in quattro città in Italia – Milano, Roma, Messina e Avezzano – e operante a Milano all’ospedale Niguarda dal 2007. Il centro è pensato per rispondere in modo specifico alle necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari, fornendo supporto clinico, assistenziale e psicologico alle persone prese in carico e alle loro famiglie. Si tratta di patologie su base genetica o acquisita, in grado di evolvere in maniera molto rapida e di portare in breve tempo ad esiti nefasti. La disabilità che ne deriva interessa in particolar modo il movimento, la capacità respiratoria, la comunicazione, la deglutizione e la funzione cardiaca.

In particolare la disfagia, cuore del progetto “Aggiungi un posto a tavola” è un disturbo che implica difficoltà nel deglutire cibo e liquidi. Ecco allora che il congresso gastronomico Identità Golose, svoltosi a Milano nei primi giorni di marzo, diventa la scena adatta a presentarlo.
All’interno di un contesto in cui la cucina e la pasticceria d’autore sono protagonisti indiscussi di eventi e workshop, lo stand del Centro Clinico ha contribuito a diffondere coscienza di un problema reale che affligge numerose persone, incidendo sulla loro capacità di godere di un momento conviviale e quotidiano. Non è mancata la parte prettamente gastronomica, con la proposta del piatto speciale che risponde alle difficoltà dei disfagici: La Scarpetta di Franco Pepe e l’Aria di Pane di Renato Bosco, una speciale pizza realizzata dallo chef Misha Sukyas.

Chiara Barbieri

Leave a Comment