fbpx
  • SEZIONI
Street art cultura di periferia, con Seacreative, Kraser e Ozmo

Street art cultura di periferia“, 23-24 Giugno 2012 organizzato da L’associazione Culturale LAST- Laboratorio Artistico Società Trasversali, in collaborazione con il Consiglio di Zona 9 e con il patrocinio delComune di Milano.

 

E’ stato un weekend interamente dedicato alla Street Art, che in linea con lo scopo statutario dell’associazione, ha avuto come obiettivo il favorire la crescita del benessere delle persone, attraverso la promozione dell’arte e della cultura, stimolando il potenziale creativo di ciascuno.

Hanno partecipato alla manifestazione, realizzando opere dal vivo per circa 30 ore di quasi ininterroto lavoro, sotto un sole cocente, diversi artisti di fama internazionaleSEACREATIVE, di cui ricordiamo la partecipazione a “Scambio di Autore” presso Palazzo Marino; KRASER, artista spagnolo, già protagonista di diverse mostre in Italia, Spagna e Sudamerica; REFRESHINKVINE e BORSE, già visti all’opera il sabato precedente presso il Binario 10 di Cadorna, in occasione dell’evento organizzato da WgArt.

Gli artisti hanno collaborato, realizzando a dieci mani un’opera di grandezza monumentale in via Ettore Majorana. L’intuizione di Seacreative, direttore artistico dell’opera, è stata quella di adattare le sfumature cromatiche del disegno ai colori del palazzo su cui si poggia: Bordeaux e Grigio.

Protagonista assoluto di questo lavoro lungo circa 20 metri, è un mago alto 8 metri, il quale accovacciato su una pietra che poggia direttamente sul prato (reale), regge in mano un filo di fumo, dal quale si sprigionano diverse figure, al limite tra sogno, realtà e lettering estremizzato.

Ogni artista ha interpretato la sua porzione di muro con tecniche peculiari, combinando l’uso degli spray con vernici tradizionali. Segnaliamo in particolare le spettacolari scimmie realizzate da KRASER, talmente espressive e curate in ogni dettaglio da spingere il passante a chiedersi a che cosa stiano pensando.

Ospite d’eccezione dell’evento è stato OZMO, uno dei più famosi rappresentanti del movimento Street Art in Italia e all’estero, il quale ha di recente realizzato la mostra “Il PreGIUDIZIO UNIVERSALE” presso il Museo del ‘900 a Milano.

Ozmo ha contribuito a “Street Art Cultura di Periferia” esibendo alcuni studi sul concetto di “resistenza” e sulle sue differenti declinazioni semantiche. Inoltre l’artista ha preso parte alla conferenza organizzata nel pomeriggio di sabato presso la sede dell’associazione, insieme a LUCA GIBILLINI, consigliere comunale vicino al movimento Walls of Milano, titolare dell’omonimo blog, che rappresenta un enciclopedia dei migliori pezzi di Street Art di Milano.

Walls of Milano, nei panni di moderatore ha fatto dialogare, in due ore di appassionante dibattito l’artista con il rappresentante dell’amministrazione, intervallati dalle domande del pubblico.

Tra ciò che è emerso durante la conferenza evidenziamo la richiesta da parte di Ozmo verso le istituzioni di avvicinarsi al movimento con progetti strutturati e continuativi nel tempo, in grado di valorizzare al contempo la Città e gli artisti.

Gibillini ha invece riportato la notizia, ancora ufficiosa, secondo la quale sta nascendo la possibilità di organizzare una nuova mostra dedicata alla Street Art presso il PAC di Milano, grazie al quale nel 2007 il movimento si impose all’attenzione del grande pubblico della città. Al termine del dibattito i presenti hanno poi avuto modo di scambiare le proprie opinioni assistendo ad un live set elettronico della crew SYNTHEKE.

A giocare un ruolo attivo nell’evento non sono stati solo gli artisti affermati, ma anche adolescenti e studenti universitari. I quali oltre ad assistere alla nascita di un’opera, proprio sotto le loro case, hanno avuto la possibilità di provare gli spray su un grande telo bianco.

Valeria, studentessa di Brera ha dato anche lei il suo contributo con un murales sul tema della città, ed alcuni studenti stranieri, residenti in zona e frequentanti del nostro corso di italiano, hanno realizzato un murales sul tema del traffico.

Street Art Cultura di Periferia è stato davvero un grande evento partecipativo, realizzato senza scopo di lucro, con ospiti di primo livello, che ha trovato spazio online su circa 40 siti di street art, ma anche sulle homepage di riviste importanti del panorama artistico contemporaneo, come Flash Art e Artribune.

Grazie a Facebook inoltre la cronologia dell’evento è stata seguita in diretta online dai nostri 765 fan. Tutto ciò è stato ideato e organizzato da Stefano Argentiero, insieme ad altri 6 giovani, fondatori dell’associazione LAST, che oggi sono estremamente contenti nel vedere la meraviglia, lo stupore e la felicità, degli abitanti del quartiere quando questi passano in via Ettore Majorana, la quale a partire dallo scorso 24 giugno è una galleria d’arte a cielo aperto, che speriamo vivamente possa essere da stimolo per i giovani, spingendoli ad approcciare il mondo dell’arte di strada e non solo, nella legalità. Intanto grazie a quest’iniziativa LAST ha ricevuto proposte di collaborazione da molti altri artisti e associazioni.

Stefano Argentiero

LAST- Laboratorio Artistico Società Trasversali

Via Graziano Imperatore, 40 Milano

www.associazionelast.it

arte@associazionelast.it

Leave a Comment