fbpx
  • SEZIONI
tamtam

Nasce a Milano, da un’idea di Alessandro Guerriero, Riccardo Dalisi e Alessandro Mendini, architetti e designer di fama internazionale,  il progetto TAM-TAM:  una scuola che, nella sua ambizione ad essere d’eccellenza, mira innanzi tutto a non essere una scuola, per lo meno non una scuola per come le conosciamo…

TAM-TAM si occuperà principalmente di attività visive e, lo farà – o proverà a farlo – senza l’ausilio della didattica istituzionale, senza il classico passaggio di nozioni e informazioni da coloro che sanno a coloro che non sanno, ma si fonderà appunto sull’iniziale azzeramento.

È un luogo virtuale, una visione, un esperimento di un gruppo  di persone, non importa se “maestri” o “allievi”, che, in un’ottica di dissolvenza delle discipline, proverà a esplorare le varie declinazioni del mondo del design con un approccio libero e creativo, senza sovrastrutture, limiti o preconcetti.

La scuola sarà totalmente gratuita, e la sua offerta formativa sarà articolata con modalità di workshop che si svolgeranno sotto la guida di alcuni dei migliori progettisti contemporanei, tutor qualificati che lavoreranno fianco a fianco ai partecipanti in una sorta di gioco finalizzato alla scoperta.

Sono molti i nomi noti nel campo del design, dell’arte e della comunicazione che hanno già aderito al progetto.

I primi “maestri” di TAM-TAM saranno Paola Anzichè, Bubbledesign, Maurizio Cattelan, Tony Cavadini, Jacqueline Ceresoli, Maurizio Corrado,  Riccardo Dalisi,  Johnny  Dell’Orto,  Giacinto di Pietrantonio,  Beppe Facente,  Beppe Finessi,  Duilio Forte,  Marco Galati,  Anna Galtarossa, Martino Gamper,  Dario Ghibaudo, Massimo Giacon, Tania Gianesin, Anna Gili,  Francesca Grazzini,  Maria Christina Hamel, Kazuyo Komoda, Franco La Cecla, Aldo Lanzini, Alessandro Mendini, Francesca Alfano Miglietti, Stefano Mirti, Marcello Morandini, Mauro Panzeri, Lorenzo Palmeri, Gianni Pettena, Mario Piazza, Marco Poma, Franco Raggi, Thomas Raimondi, Sara Ricciardi, Antonio Riello, Clara Rota, Luca Scacchetti, Marina Spadafora,  Franco Summa,  Tarshito,  Cristiana Vannini, Alice Vercesi.

Le attività si svolgeranno in orario serale (dalle 18.00 in avanti) e i corsi avranno durata variabile in relazione al progetto formativo.

La principale sede che ospiterà TAM-TAM sarà l’aula 83 di NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano, in via Darwin 20. Prima tra tutti, il NAB ha condiviso lo spirito  fuori dagli schemi dell’iniziativa e si è resa disponibile ad ospitarne le attività.

Ma la scuola verrà ospitata anche da altre strutture, quali teatri, locali o università milanesi: la stessa città di Milano, dunque, con le sue strade e con le sue piazze, si candida a divenire ideale cornice per proficui momenti di scambio e interazione.

Tutti i corsi di TAM-TAM saranno a numero programmato: la partecipazione sarà libera e gratuita e non vincolata al possesso di specifici requisiti.

Per l’ammissione è previsto un colloquio propedeutico denominato “D-Fatto”. Ciascun aspirante dovrà presentare un oggetto progettato, restaurato o recuperato autonomamente da lui, e dovrà cercare di raccontare la propria relazione con esso, nella maniera più appassionante e convincente agli occhi della commissione composta dai fondatori dell’iniziativa e da alcuni dei tutor che terranno i differenti workshop.

Particolarmente interessante, è che chi supererà la selezione s’impegnerà a ricambiare la gratuità del dono di questa esperienza dedicando alcune ore del suo tempo a una delle associazioni senza fine di lucro che la scuola suggerirà.

Tempo in cambio del tempo, quindi, energie mentali in cambio di nuovi stimoli, in un ciclico processo di scambio ed arricchimento.

Le iscrizioni alla selezione sono già aperte, e possono essere inoltrate fino al  31 dicembre all’indirizzo mail casting@tam-tam-tam.org

Per maggiori informazioni sulla scuola, è anche possibile consultare il blog http://tamtamtamblog.wordpress.com/

e  la pagina facebook di TAM-TAM (www.facebook.com/#!/pages/TamTam/330274890392083).

È anche possibile scrivere a info@tam-tam-tam.org o a press@tam-tam-tam.org, oppure chiamare al numero 02.89699706.

Leave a Comment