fbpx
  • SEZIONI
VINILJOUR


PRIMA DI FARE QUESTO LAVORO ERAVAMO DEI SEMPLICI 45 GIRI RINCHIUSI IN UN JUKE-BOX E PER SUONARE, CIOE’ PER FARE IL NOSTRO LAVORO, ERA NECESSARIO CHE QUALCUNO METTESSE UNA MONETA E SCEGLIESSE UNO DI NOI. QUESTO PERO’ CI METTEVA IN COMPETIZIONE L’UNO CON L’ALTRO, PERCHE’ TUTTI VOLEVAMO LAVORARE, IL NOSTRO LAVORO ERA BELLO PERCHE’ FACEVA DIVERTIRE, BALLARE E SCATENARE LE PERSONE, COSI’ SENZA FARE LITIGI INUTILI ABBIAMO DECISO DI NON FUNZIONARE PIU’, ERA IN ATTO UNA RIVOLTA, O TUTTI O NIENTE, CERTO SEMPRE UNO ALLA VOLTA, PERO’ ERA GIUSTO FARE “UN GIRO” A TESTA! EVIDENTEMENTE LE NOSTRE LAMENTELE NON SONO STATE ASCOLTATE PERCHE’ DI PUNTO IN BIANCO SIAMO STATI PRESI E GETTATI NELLA SPAZZATURA. IL NOSTRO VIAGGIO E’ STATO LUNGO E FATICOSO, ABBIAMO SOFFERTO IL CALDO, TREMATO DAL FREDDO, SE QUALCUNO CI VEDEVA CI PRENDEVA SUBITO, MA APPENA SI ACCORGEVANO CHE NON FUNZIONAVAMO (O COSÌ PENSAVANO) CI RIBUTTAVANO VIA, OPPURE CI REGALAVANO A QUALCUNO. AVREMO FUNZIONATO SOLO SE FOSSIMO STATI PRESI DA UNA PERSONA CHE CI AVREBBE TRATTATI TUTTI ALLO STESSO MODO COME DEI FIGLI, E FINALMENTE CI HA PRESI CON SE UN COLLEZIONISTA (ERA PASSATO COSI’ TANTO TEMPO DALLA NOSTRA PRIMA RIVOLTA CHE ORMAI ERAVAMO PASSATI DI MODA), CI TRATTAVA BENE, CI HA PULITI, CATALOGATI E MESSI AL CALDUCCIO RIMBOCCANDOCI LE COPERTINE, MA CI TENEVA SEMPRE LI FERMI. C’ERAVAMO RASSEGNATI CHE NON AVREMO PIU’ AVUTO FUTURO, A QUEL PUNTO CI BASTAVA STARE BENE, ESSERE UNITI E FARCI UNA CHIACCHIERATA OGNI TANTO. UNA MATTINA SUONA IL CAMPANELLO, LA VOCE ERA DI UNA RAGAZZA, CONOSCEVA IL NOSTRO PADRONE, SAPEVA CHE COLLEZIONAVA OGGETTI DI ANTIQUARIATO, LE SERVIVANO 5 DISCHI DA 45 GIRI… CI SIAMO GUARDATI TUTTI NELLO STESSO MOMENTO E ABBIAMO SUBITO CAPITO CHE BISOGNAVA TRASFERIRSI UN’ALTRA VOLTA. NO BASTA SIAMO VECCHI ORMAI, NON ABBIAMO PIU’ L’ETA PER SPOSTARCI CHISSA’ DOVE! MA NON C’E’ STATO NIENTE DA FARE, LA RAGAZZA CI HA PORTATI DRITTI IN UN LABORATORIO. INTORNO A NOI C’ERANO ALTRI OGGETTI, ERA STRANO, NON CAPIVAMO COS’ERANO IN REALTA’ PERCHE’ ERANO TUTTI DIVERSI, MA C’ERANO ANCHE TANTE RISATE E TANTA GIOIA. UNA VALIGIA A FORMA DI POLTRONA ( UNA VALIGIA A FORMA DI POLTRONAAA????CAPITE ORA???) CI HA DETTO CHE DOVEVAMO STARE TRANQUILLI E CHE PRESTO SAREMO STATI TRASFORMATI DAI RAGAZZI DI ARCHINTUTTO. E COSI’ UN RAGAZZO CI HA BUCATI, UNITI E HA MESSO IN MEZZO A NOI UNA NUOVA AMICA MOLTO CARINA, SI CHIAMA LAMPADINA, LEI FA SPLENDERE NOI E CHI GLI STA INTORNO. HANNO ASCOLTATO LE NOSTRE PREGHIERE, SIAMO INSIEME, ABBIAMO TUTTI LA STESSA IMPORTANZA E SIAMO FELICI, NON FACCIAMO PIU’ MUSICA MA ABBIAMO DI NUOVO UN POSTO NEL MONDO.

Leave a Comment